FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

TS – L’Inter vola in Transnistria, un bronx russo in cui abbondano le “leggende”

MILAN, ITALY - OCTOBER 19: Sebastien Thill of FC Sheriff Tiraspol celebrates with team mates after scoring their side's first goal during the UEFA Champions League group D match between FC Internazionale and FC Sheriff at Giuseppe Meazza Stadium on October 19, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Verità e leggende da Tiraspol, dove l'Inter giocherà domani sera in Champions

Redazione FcInterNews

L'Inter arriverà quest'oggi a Tiraspol, dove domani sera si giocherà Sheriff-Inter. Ci si trova in Transnistria, uno Stato di fatto indipendente ma che l'ONU non riconosce e in cui ci sono difficoltà di vario tipo da affrontare. Secondo quanto racconta oggi Tuttosport, i cellulari non funzionano perché mancano accordi di roaming con le compagnie straniere, lo stesso vale per le carte di credito e per arrivare a Tiraspol servirà un trasporto da Chisinau in pullman per circa un'ora e mezza.

Non esistono ambasciate internazionali e abbondano le "leggende" sulla presenza di armi e prostituzione. Il quotidiano scrive di una "sorta di Bronx dell'attuale Russia". In compenso il centro sportivo è un gioiello con tre stadi, una piscina olimpionica, una foresteria e una clinica privata. E una delle leggende di cui cui sopra narra di quanto a fine anni '90 il co-fondatore Victor Gushan lanciò una finta granata negli spogliatoi durante una partita, promettendo che quella successiva sarebbe stata vera se il risultato non fosse cambiato in meglio.

tutte le notizie di