FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Scamacca: “Lukaku? Andar via non è tradire. I club non sono quelli di un tempo”

CELJE, SLOVENIA - MARCH 24: Gianluca Scamacca of Italy celebrates scoring his team's first goal during the 2021 UEFA European Under-21 Championship Group B match between Czech Republic and Italy at Stadion Celje on March 24, 2021 in Celje, Slovenia. Sporting stadiums around Slovenia remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

L'attaccante spiega il punto di vista dei giocatori

Redazione FcInterNews

Gianluca Scamacca è il protagonista di un'intervista alla Gazzetta dello Sport in cui parla anche dei casi di calciomercato più in vista di quest'estate. "Il calcio è cambiato: i Totti, i De Rossi e i Del Piero non ci saranno più - dice -. Ma chi cambia squadra non vuol dire che non sia stato attaccato alla maglia o non l'abbia amata. Io sono certo che Donnarumma abbia amato il Milan e Lukaku si sia sentito un re all'Inter: andare via non significa necessariamente tradire. La carriera è breve e il nostro è anche un lavoro. Chiunque vuole vincere cose importanti, conquistare trofei o riconoscimenti, guadagnare. Avere delle ambizioni non è peccato, anzi".

Non solo i calciatori o le carriere, anche le società non sono più le stesse. "Tutti giudicano sempre i calciatori, ma le società non sono più quelle di un tempo, non esistono più i presidenti innamorati come Sensi, Moratti o Berlusconi. Oggi i club sono aziende, spesso di proprietà straniere o di Fondi, per i quali il giocatore è un asset - dice ancora Scamacca -. Se non servi più o hai una difficoltà, ti lasciano per strada, arrivederci e grazie, senza farsi scrupoli. E il giocatore agisce anche di conseguenza e guarda ai suoi interessi".

tutte le notizie di