FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Repubblica – Pari giusto, ma Handanovic e Calhanoglu determinanti in negativo

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 25: Samir Handanovic goalkeeper of FC Internazionale gives his team instructions during the Serie A match between FC Internazionale and Atalanta BC at Stadio Giuseppe Meazza on September 25, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Lo sloveno determinante (in negativo), ma il turco "fa tutto tranne quello per cui è stato preso"

Egle Patané

Anche il pallone può essere un gioco di errori - sentenzia Repubblica nell'analisi di Inter-Atalanta di ieri, gara in cui alla fine le due squadra "hanno deliziato e sbagliato in egual misura, alternandosi nei momenti di forma e smarrimento, regalando tanti gesti tecnici sublimi quante occasioni all’avversario".

Il pari finale è il risultato di una gara tra due talentuose formazioni che hanno ricordato una competizione tennistica, diversa solo per il pari finale, questo sconosciuto nel tennis. Tra meriti e demeriti alternati un po' di una, un po' dell'altra, alla fine il 2-2 di San Siro pare il più sincero dei tabellini, sebbene abbia fruttato un solo punto che permette al Milan di allungare, in attesa del Napoli.

Nel 2-2 contro la Dea uno dei protagonisti più illustri è senza dubbio stato il capitano della Beneamata, Samir Handanovic che ha senza dubbio contribuito ad indirizzare la gara a favore degli avversari con errori non passati inosservati. Prestazione che fa echeggiare le parole dell'Ad area Sport Beppe Marotta rilasciate a Dazn prima del fischio d'inizio quando, chiudendo le porte a Onana, ha parlato dello sloveno definendolo un signor portiere da tenersi stretto. Handanovic ma non solo, le note negative di ieri sono state più di una, Calhanoglu su tutti secondo il quotidiano romano che ammonisce il turco, al quale rimprovera di "fare tutto tranne quello per cui è stato preso: servire qualche buon pallone alle punte".

 

tutte le notizie di