Milan Skriniar e Radja Nainggolan svettano su tutti i compagni nelle pagelle stilate da Tuttosport dopo la vittoria interista centrata allo Stirpe di Frosinone. Deludono Samir Handanovic e Mauro Icardi, oltre al subentrato Gagliardini. 

HANDANOVIC 5.5 Sul tiro di Cassata non pare un mostro di reattività, ma la conclusione passa tra le gambe di De Vrij.
D’AMBROSIO 6.5 Mette sulla testa di Nainggolan con un cross al bacio il pallone dell’1-0. Nella ripresa mette un argine nella sua zona di competenza quando il Frosinone alza il baricentro.
DE VRIJ 6 Viene subito arruolato da Spalletti dopo l’infortunio patito in Nazionale. Presenza, la sua, fondamentale più che per la tenuta difensiva (in questo pure Miranda dà ottime garanzie) per la precisione in cui l’olandese riesce a gestire il giropalla davanti ad Handanovic.
SKRINIAR 7 È il solito muro davanti ad Handanovic, in più va a prendersi il rigore: difficile chiedere di più.
ASAMOAH 6.5 Nelle ultime partite, per precisione e sicurezza nelle esecuzioni, sembra tornato quello dei tempi della Juve.
VECINO 6.5 Dà peso a una squadra che palleggia molto, lasciando a Nainggolan il compito di fungere da incursore. Al fotofinish segna il 3-1.
BORJA VALERO 6.5 Gestisce un’infinità di palloni imponendo a suo piacimento il ritmo della partita. Esce per un risentimento ai flessori alla coscia sinistra: la Roma è a rischio, non è una buona notizia per Spalletti visto che pure Brozovic non ci sarà. Gagliardini (29' st) 5.5 Regala una punizione pericolosissima a Ciano con un errore banale.
POLITANO 6.5 L’Inter palleggia a ritmi di valzer viennese e lui, in quel sonnolento giropalla, quando accelera sembra Usain Bolt. Semina regolarmente il panico tra gli avversari e si vede negato un gol che pur meriterebbe dalla grande parata di Sportiello. Joao Mario (44' st) ng
NAINGGOLAN 7 Spalletti l’aveva chiamato a fare il Ninja e lui, da bravo soldatino, ha risposto presente segnando il quinto gol della sua tribolata stagione. Poco dopo ha pure la palla per la doppietta ma la spreca ciabattando il tiro.
PERISIC 6 Chiede e ottiene da Icardi il pallone del rigore e, per fortuna sua e dell’Inter, fa gol, il settimo stagionale. E il primo ad andarlo ad abbracciare è proprio Maurito. Keita (25' st) 6 Prende un bel po’ di falli.
ICARDI 5.5 Servito poco e male, si fa notare per il pallone scippato ad Ariaudo nell’azione che manda in porta Politano. Nella ripresa invece sbaglia quasi tutto, eccezion fatta per l’assist a Vecino sul gong.

Sezione: Rassegna / Data: Lun 15 Aprile 2019 alle 09:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print