Voti non troppo dissimili al Corriere dello Sport quelli che si leggono su Tuttosport stamane relativamente alle prestazioni dei 14 nerazzurri scesi in campo nella vittoria per 4-3 dell'Inter sul Sassuolo. Eccoli di seguito: 

HANDANOVIC 6 Sempre attento in uscita, piglia tre gol senza colpe.
SKRINIAR 5.5 Preso in mezzo sul secondo e terzo gol.
DE VRIJ 6 Il tracciante per Lukaku sul 2-1 nerazzurro è da applausi, ma nel finale va in affanno pure lui.
BASTONI 5.5 E’ il più giovane della compagnia e suo rendimento è barometro di quanto fa il resto della squadra: bene, anzi, benissimo in avvio, male negli ultimi venti minuti.
CANDREVA 6.5 La sua gara rappresenta il manuale di tutto ciò che deve fare un esterno nel calcio di Conte, compendio di quanto verrebbe chiesto a chi lo sostituisce... Lazaro (28’ st) 4 Ha sulla coscienza due gol del Sassuolo: su quello di Djuricic è lui a perdere palla, su quello di Boga non abbatte l’avversario a inizio slalom.
GAGLIARDINI 6.5 Il primo gol di giornata nasce da una suo recupero palla. Scintillante pure il passaggio a Martinez nell’occasione che l’argentino si divora (13’ pt).
BROZOVIC 6 Per un’ora abbondante danza sulle punte, mentre nel finale - quando pure lui non riesce a tenere più un pallone - pare Calimero. BARELLA 6.5 Protagonista sul secondo rigore di giornata, mette qualità e quantità nel serbatoio nerazzurro.
BIRAGHI 5.5 Protagonista in negativo sull’1-1: prima lancia la ripartenza del Sassuolo con un passaggio sbilenco, poi non riesce a tamponare Berardi. LUKAKU 7 Sul primo gol sposta Peluso come farebbe Lebron James. Sul rigore è il solito mostro di freddezza. Nel finale, da leader vero, rimprovera i compagni perché non riescono più a uscire palla al piede. I suoi numeri giustificano l’investimento fatto: 5 i gol in stagione con 12 tiri di cui 8 nello specchio e 4 reti nelle prime 4 trasferte di campionato, come Diego Milito nel 2009. Vecino (45’ st) ng
MARTINEZ 7.5 Quando gioca così, pare un piccolo Suarez. Segna due gol e, a tratti, pare imprendibile. Mezzo punto in meno per l’occasione che si divora al 13’ del primo tempo: quella palla il Pistolero l’avrebbe imbucata a occhi chiusi. Comunque siamo a 4 gol nelle ultime 3 partite con l’Inter: il che giustifica ampiamente la standing ovation alla sua uscita dal campo. Politano (27’ st) 5.5 Non riesce mai a ripartire. 

VIDEO - NERAZZURLI - LAUTARO MERAVIGLIA E I GOL "INUTILI" DI LUKAKU: SASSUOLO-INTER VISTA DA TRAMONTANA

Sezione: Rassegna / Data: Lun 21 Ottobre 2019 alle 09:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print