Tra Steven Zhang e Beppe Marotta è scoccata la scintilla. Lo svela Carlo Laudisa dalle colonne di 'Fuorigioco', settimanale della Gazzetta dello Sport. "Steven ha deciso di imparare l'italiano per diventare sempre più padrone anche delle sfumature, che spesso fanno la differenza anche nel calcio - si legge -. E Marotta, anche sotto questo profilo, può dargli una grande mano". 

"Tutto è imbastito, ma nulla è cucito - puntualizza Laudisa -. Quest'Inter che viaggia a velocità forsennate non ha bisogno di scossoni. E Marotta, per primo, preferisce che tutto avvenga al momento giusto". Resta da capire il ruolo che avrebbe l'ex dirigente juventino. Secondo Laudisa, Suning sta riflettendo attentamente proprio su questo dettaglio che dettaglio non è. "La proprietà interista gli dà molti meriti per la politica attenta con cui è riuscito a rendere sostenibili nel tempo gli investimenti sul mercato - spiega Laudisa -. Da Pirlo a Pogba, passando per Tevez, Vidal, Higuain fino ad arrivare a Cristiano Ronaldo". 

Insomma, non si prospetta una sovrapposizione di ruoli con Ausilio, e in quest'ottica aiuta il fatto che il rapporto tra l'attuale ds nerazzurro e l'ex ad bianconero sia sempre stato ottimo. Si potrebbe assistere, insomma, alla riproposizione del binomio con Paratici a Torino. E, a quanto pare, Marotta resterà consigliere in Figc al di là di tutto, poiché l'incarico è ad personam.

VIDEO - ICARDI ACCIUFFA IL BARCELLONA, TRAMONTANA SI SCATENA

Sezione: Rassegna / Data: Dom 11 Novembre 2018 alle 09:32 / articolo letto 22545 volte / Fonte: Fuorigioco
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni