FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

GdS – Lukaku è solo un ricordo: Inzaghi ha un attacco da record

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 18:  Edin Dzeko of FC Internazionale  celebrate with team-mates after scores the sixth goal during the Serie A match between FC Internazionale and Bologna FC at Stadio Giuseppe Meazza on September 18, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Eguagliato il primato del Napoli 2018 nell'era dei tre punti. Solo l'Inter di Herrera aveva fatto meglio nel 60/61

Alessandro Cavasinni

È un'Inter straripante in attacco quella di questa prima fetta di stagione: 15 gol in 4 gare di campionato, eguagliato il Napoli 2018 nell'era dei 3 punti. Restando alla squadra nerazzurra, solo Herrera aveva fatto meglio con 18 nel 1960/61. Insomma, la migliore risposta a chi parlava di gol perduti con l'addio di Lukaku. La produzione offensiva - come sottolinea la Gazzetta dello Sport - non è un problema per Inzaghi. Focus particolare su Lautaro: "Il Toro non sbaglia un colpo: tre gol su tre in campionato, una rete ogni 67 minuti. E un’altra sostituzione, non c’è partita che porta a termine. È un dato significativo: Inzaghi lo gestisce, perché sa che può fare a meno di tutti lì davanti, ma non di lui", sottolinea la rosea.

Il reparto avanzato è stato privato del totem belga, ma oggi appare più completo nella sua globalità come ha dimostrato anche la sostituzione senza scossoni tra Correa e Dzeko dopo il ko dell'argentino. E non solo. "La rete di Skriniar è la conferma che i calci piazzati — che sia Calhanoglu o Dimarco a batterli — sono diventati un fattore decisivo. Dumfries è destinato a disegnare parecchie traiettorie interessanti, in generale i centrocampisti arrivano al tiro con maggiore facilità rispetto al passato, segno di un baricentro comunque più alto rispetto al passato", si legge.

tutte le notizie di