FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

GdS – Inter-Napoli sarà anche sfida tra singoli: i 4 grandi duelli

NAPLES, ITALY - APRIL 18:  Lautaro Martinez of FC Internazionale competes for the ball with Kalidou Koulibaly of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli  and FC Internazionale at Stadio Diego Armando Maradona on April 18, 2021 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors.  (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

La Gazzetta dello Sport isola quattro possibili incroci 'pericolosi' nel big-match di oggi al Meazza

Alessandro Cavasinni

Grande sfida stasera a San Siro tra Inter e Napoli. La Gazzetta dello Sport condensa il big-match delle 18 in 4 grandi duelli.

Il primo riguarda quello che presumibilmente si giocherà in area nerazzurra tra Skriniar e Osimhen: "Oggi Osimhen sta diventando per il Napoli quello che Lukaku è stato per l’Inter. Skriniar ha caratteristiche anche per ribaltare l’azione e far pendere la bilancia sul fronte opposto. Lo slovacco ha già segnato due gol in questo campionato e vorrà anche costringere l’avversario a doverlo inseguire, almeno sui calci piazzati. Ma è chiaro che dovrà essere Osimhen il giocatore sul quale si concentreranno maggiormente le attenzioni".

Occhi puntati anche nell'altra area dove si affronteranno Lautaro e Koulibaly. "Lautaro Martinez cerca se stesso dopo oltre un mese di digiuno e guida pur sempre il miglior attacco del campionato (29 reti). Incrocia pure la difesa più imperforabile di tutta l’Italia e di tutta l’Europa (4 gol subiti), guidata da un mostruoso Kalidou Koulibaly. Insomma, l’incrocio è complesso soprattutto se ci si concentra su ciò che è successo nell’ultimo periodo confuso. Lautaro è a secco dopo una testata segnata in nazionale contro il Perù: era il 15 ottobre, sosta precedente, l’inizio della crisi".

In mezzo, agiranno i cervelli Brozovic e Fabian Ruiz: "Diversi che più diversi non si può, ma uniti da un contratto ballerino: l’interista scade a giugno, il napoletano ha un anno di più, ma entrambi i rinnovi sono in salita. In ogni caso, Brozo da tre stagioni è il giocatore con maggiori chilometri percorsi in media".

Infine, grande battaglia fisica tra Barella e Anguissa: "L'azzurro è quello che dà profondità all'azione d’attacco interista, mentre il camerunese è il secondo muro davanti a Koulibaly e ha grande abilità nell'accorciare gli spazi e chiudere con un ampio raggio d’azione. Diversi per caratteristiche ma simili per approccio mentale".

tutte le notizie di