FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

GdS – Gol di Anderson con Dimarco a terra? Equivoco molto italiano

ROME, ITALY - OCTOBER 16: Ciro Immobile and Felipe Anderson  of SS Lazio clash with Samir Handanovic of FC Internazionale during the Serie A match between SS Lazio and FC Internazionale at Stadio Olimpico on October 16, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

La Gazzetta dello Sport prova a dare una visione del gol laziale del 2-1 che ha scatenato molte polemiche

Alessandro Cavasinni

"È cominciata a tarallucci e vino, con il grande ex Simone Inzaghi sotto la curva laziale a ricevere premi e a dispensare baci e abbracci. Ed è finita male, malissimo, come nei peggiori bar di Caracas, una caccia all’uomo per via di un gol forse “sbagliato” per etica, ma corretto per regolamento". Questo il commento della Gazzetta dello Sport a corredo del ko dell'Inter sul campo della Lazio. I nerazzurri, in completo controllo del match per un'ora e avanti di un gol, vengono ripresi a causa di un rigore fuori contesto e poi addirittura beffati dopo l'80' su una rete che ha fatto e farà molto discutere. "Sull’1-1, quando sembrava incanalata verso il pari della pace, Lazio-Inter è diventata una maionese impazzita, una guerra per bande - si legge -. La scintilla all’81’: Dimarco è rimasto a terra dopo uno scontro con Lucas Leiva, però la palla è arrivata lo stesso a Martinez e l’argentino l’ha giocata. Irrati ha lasciato correre per il vantaggio, anche perché l’”infortunato” non era stato colpito alla testa, unico motivo per cui l’arbitro deve fermare il gioco. Sul rovesciamento di fronte Anderson ha segnato il 2-1 laziale, con Dimarco ancora a contorcersi, e in campo si sono accesi tumulti. Interisti furiosi, focolai di lotta, diluvio di cartellini. La Lazio doveva buttar fuori il pallone? In un mondo ideale forse, però è stata l’Inter a proseguire l’azione quando Dimarco era giù. E poi diciamolo, Dimarco non è rimasto vittima di un incidente serio. Placatisi i tafferugli, il difensore ha ripreso il gioco senza problemi. Difficile stabilire dove stia la verità, ammesso che una verità assoluta esista. Ci pare una vicenda abbastanza infantile, con l’equivoco molto italiano del giocatore a terra da santificare sempre con la palla in fallo laterale. È l’arbitro che decide se interrompere il match, soltanto lui ha questa facoltà. Il resto è galateo, fairplay, buon senso, tutte cose molto relative e interpretabili. Passata la tempesta, all’Inter resta la classifica dolente. Se oggi il Napoli vincerà, la squadra di Inzaghi scivolerà a meno sette dalla cima".

tutte le notizie di