FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Gassmann: “Dzeko via un grande dispiacere. Spalletti? Non mi è simpatico”

FLORENCE, ITALY - DECEMBER 04: Alessandro Gassmann during FIGC 'USSI Meeting' In Coverciano at Centro Tecnico Federale di Coverciano on December 4, 2018 in Florence, Italy.  (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Intervista alla Gazzetta dello Sport per il figlio di Vittorio, grande tifoso della Roma

Alessandro Cavasinni

Lunga intervista della Gazzetta dello Sport ad Alessandro Gassmann, protagonista a Venezia con il suo 'Il Silenzio Grande' e notoriamente tifoso romanista.

Ne 'Il Silenzio Grande' racconta di piccoli silenzi che diventano muri. La sensazione è che Mourinho non lasci spazio ai non detti.

"È un uomo che sa utilizzare la psicologia nel calcio in maniera straordinaria, con una fortissima personalità, che sa di calcio e ha fatto scelte giuste, anche se la perdita di Dzeko mi ha dato un grande dispiacere. Mi sembra abbia intenzione di lasciare un segno nel nostro campionato e spero davvero ci riesca. I meccanismi di gioco non sono ancora ben assimilati, ma quello che mi piace è l’atteggiamento in campo, non molliamo mai, non abbiamo quegli abbassamenti di tensione che tanti punti ci hanno fatto perdere. Se Mou continuerà a spronarli così possiamo di certo divertirci. E poi l’idea di mettere l’inno durante l’ingresso dei giocatori mi è piaciuta tantissimo, è molto fico, è molto meglio. E peggio per gli avversari...".

Dove può arrivare la Roma?

"La squadra è cambiata molto, un po’ di tempo servirà. Ma possiamo tranquillamente ambire alla zona Champions. Non ci sono imbattibili, sarà un campionato divertente. Certo, la A ha perso due super giocatori come Ronaldo e Lukaku, ma Abraham può diventare il super giocatore del futuro".

L’Inter di Inzaghi?

"È un bravo allenatore ma non è abituatissimo a vincere, bisogna vedere come se la caverà a Milano alle prese con un gruppo di prime donne un po’ più sostanzioso".

A Napoli è arrivato Spalletti.

"Per il quale per vari motivi non nutro una grande simpatia viscerale... Però quello ce sa fa’. È un buon allenatore ma non apprezzo il suo atteggiamento pubblico, il suo essere sempre saccente".

tutte le notizie di