Grazie al gol da tre punti segnato col Parma, ora gli errori sottoporta commessi con Psv, Torino, Lazio e Bologna magari gli ronzeranno meno frequentemente nella testa. Perché al Tardini - si legge sul Corriere dello Sport Lautaro Martinez ha segnato, dopo quello contro il Napoli, un altro gol vittoria,, il primo con la maglia dell’Inter in trasferta. La prodezza del Toro, oltre a consentire alla squadra di fare un passo in avanti importante nella corsa alla Champions, ha confermato la bontà dell’investimento del ds Ausilio.

In corso Vittorio Emanuele - fa notare il quotidiano romano - dubbi sull’operazione ce n’erano pochi anche prima di sabato e l’idea di mandarlo in prestito a maturare nel mercato di gennaio non è mai stata presa in considerazione, ma una rete tanto “pesante” ha comunque dato un bel segnale anche a quei tifosi che iniziavano a paragonarlo al flop Gabigol. Non riuscendo però a cambiare il suo status nella rosa di Spalletti: il sesto centro in maglia nerazzurra, infatti, difficilmente spingerà Spalletti a farlo giocare insieme a Icardi in pianta stabile. Perché la squadra ha bisogno di determinati equilibri in fase di non possesso, perché Nainggolan sta tornando a essere il vero Nainggolan e perché lo stesso Maurito non ama che qualcuno gli porti via spazi là davanti. La coppia Icardi-Martinez, insomma, sembra destinata a essere una soluzione d’emergenza, soprattutto per i finali di gara. Questo però non vuol dire che sul Toro non si possa contare. Anzi… A Parma ha avuto a disposizione appena 13 minuti, ma ha toccato 9 palloni, segnato il gol decisivo e mandato in porta Vecino, che poi ha clamorosamente sbagliato. 

VIDEO - LINCOLN, RIGORE "ALLA ZAZA" AL SUB 20. MA LA FORTUNA LO AIUTA

Sezione: Rassegna / Data: Lun 11 Febbraio 2019 alle 09:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print