Lo Spalletti-bis funziona, la tradizione può confermarlo. Lo fa notare oggi il Corriere dello Sport, che ha messo in evidenza lo storico delle seconde stagioni nelle stesso club del tecnico di Certaldo: "dai campionati vinti in sequenza con l'Empoli - si legge - è cominciato un percorso in ascesa che ha pure riportato trofei alla Roma dopo sei anni. Il secondo anno dell'allenatore toscano dice bene, lo sanno pure in Russia: non è che laggiù gli scudetti si vincano a mani basse... ".

Nel '94,  l'Empoli gli spalanca le porte della prima squadra – era con le giovanili – al posto dell'esonerato Lombardi e Lucio salva i toscani per un pelo: ai play-out della serie C1 l'Empoli supera l'Alessandria. Richiamato un anno dopo, è promozione in B. Il salto diventerà doppio, con una serie A ottenuta al primo tentativo.
Nel 2005, invece, Spalletti eredita una Roma caduta in disgrazia e, grazie alla classifica riscritta dopo il terremoto Calciopoli, chiude al secondo posto. Lo stesso risultato della stagione successiva, ma abbinata alle vittorie di Coppa Italia e Supercoppa Italiana.
Nel 2010, quindi, c'è lo Zenit: campionato vinto subito, e replica l'anno dopo. Spalletti nel peggiore dei casi conferma, altrimenti migliora. Lo sanno anche nella Capitale, come certifica il secondo mandato a Roma. Squadra ripresa a gennaio del 2016, al posto di Garcia, e portata al terzo posto. L'anno successivo, giallorossi secondi dietro alla Juventus. Spalletti di passi indietro non ne fa. 

VIDEO - DELIRIO CROAZIA IN SPOGLIATOIO DOPO IL PASSAGGIO IN SEMIFINALE

Sezione: Rassegna / Data: Lun 9 Luglio 2018 alle 12:42 / articolo letto 8805 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari