FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Boscaglia consiglia Lucca: “Sarà ad alti livelli in 2-3 anni”

Boscaglia consiglia Lucca: “Sarà ad alti livelli in 2-3 anni”

L'allenatore che lo ha lanciato a Palermo non ha dubbi: "Giusto che su di lui siano già puntati gli occhi delle grandi squadre"

Alessandro Cavasinni

A lanciare Lorenzo Lucca nel calcio che conta è stato Roberto Boscaglia, lo scorso anno a Palermo. Oggi Lucca è del Pisa, ha segnato una doppietta all'Alessandria al suo esordio ed è finito nel mirino anche dell'Inter. "Nella passata stagione era ancora molto acerbo, ma le sue qualità erano indiscutibili", dice Boscaglia a Tuttosport.

Lei non ha mai avuto dubbi.

"Scherzando con lui, e in modo benevolo, gli ho sempre detto che è un figlio di… Lorenzo mi capiva. Secondo me lui caratterialmente e mentalmente è un giocatore vero".

Quale è la migliore caratteristica di Lucca?

"Quello che balza subito all’occhio è la stazza imponente. Lorenzo è forte fisicamente. Ma fino all’anno scorso non sfruttava questa dote: subito dopo il primo controllo scopriva la palla e gliela rubavano. Lavorammo molto su questo punto per la gestione, le aperture, lo scarico. E ora è migliorato. Paradossalmente poi è un giocatore veloce. Nei primissimi passi non è rapido, ma prende slancio e si fa valere. Il secondo gol contro l’Alessandria di qualche giorno fa è stata una rete di attacco alla profondità meravigliosa. Il suo pezzo forte è il colpo di testa: in area di rigore le prende tutte. Ma dobbiamo anche sottolineare una tecnica rilevante e un tiro assolutamente devastante".

Regge – andando ovviamente con i piedi di piombo – il paragone con Toni?

"Secondo me sono due tipi di calciatori molto diversi. Lorenzo tecnicamente è fortissimo. Toni invece era più goleador e uomo d’area".

Lucca è stato appena convocato in Under 21.

"Mi era sembrato stranissimo non fosse successo prima, Nicolato è uno molto attento ai progressi dei giovani. Sono convinto che Lorenzo in due o tre anni massimo, arriverà senza problemi in Serie A, ad alti livelli".

Ha le potenzialità per diventare un giocatore da top club?

"Ha tutto, comprese delle peculiarità che è difficile trovare nell’insieme di un solo atleta. Ed è giusto che su di lui siano già puntati gli occhi delle grandi squadre. Se oggi dovessi spendere un nome di un giocatore che ho allenato negli ultimi anni, Tonali a parte, sarebbe quello di Lorenzo".

tutte le notizie di