pagelle

Inter-Udinese, le pagelle – Brozovic mente superiore. Ecco el Tucu

MILAN, ITALY - OCTOBER 31:  Joaquin Correa of FC Internazionale celebrates with Matteo Darmian after scoring the opening goal during the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 31, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

A Dzeko manca il gol, Barella insolitamente offensivo. Dumfries porta a casa un assist ma deve fare di più

Fabio Costantino

HANDANOVIC 6,5 - Nessuna conclusione imprendibile verso la sua porta, per lo sloveno è tutto normale amministrazione. Fino all'81' quando deve alzare sopra la traversa un colpo insidioso di Deulofeu, ripetendosi (azione viziata da fuorigioco) pochi secondi dopo su Udogie. Pronto.

SKRINIAR 6 - Come al solito è molto coinvolto nella costruzione del gioco, ma nella metà campo friulana anche lui fatica a trovare sbocchi e gli tocca giocare molto in orizzontale. Dietro tiene bene la posizione e usa il fisico per tenere gli avversari lontani dal pallone.

RANOCCHIA 6,5 - Sia Beto che, quando capita, Success sono fisicamente ben piazzati e un po' per questo, un po' per la ruggine del lungo periodo in panchina, il centrale umbro fa un po' di fatica prima di prendere le misure. Se la cava con mestiere, alla vecchia maniera, allontanando i palloni minacciosi. Va persino vicino al gol di testa e si fa apprezzare per un paio di lanci lunghi.

BASTONI 6,5 - Il baricentro basso dei friulani gli concede molti metri davanti per impostare e lo si trova spesso nei 30 metri avversari a far girare il pallone. Quando riesce ad alzare la testa è bravo a cambiare gioco anche se non c'è molto margine per servire i compagni. Coriaceo anche nei contrasti e negli anticipi.

DUMFRIES 5,5 - L'Udinese fa molta densità sulle fasce e per l'olandese diventa difficile farsi vedere, al punto che i compagni tendono a non servirlo. Lui stesso non è che faccia molto per dare linee di passaggio sicure o attaccare Stryger Larsen e quando ha il pallone tende a fare confusione. Però, come già accadutogli in passato, riesce a entrare con un assist nel gol dell'Inter, il secondo. Anche questo è un merito, ma deve fare di più.

BARELLA 6,5 - Ci prova cinque volte e non sono ancora trascorsi 25 minuti, evidentemente gli hanno consigliato di tirare appena ha spazio. Peccato che non veda Dumfries tutto solo a destra nell'occasione più ghiotta e sprechi calciando due volte addosso a Silvestri. Peccatucci nel contesto della solita prestazione inesauribile, in cui si rende protagonista anche del raddoppio. DAL 79' SENSI SV.

BROZOVIC 7 - L'ora in più di sonno gli ha fatto bene, nonostante non abbia saltato neanche una partita finora sembrava fresco come una rosa. Dirige il traffico con naturalezza anche in un primo tempo con pochi spazi, è sempre al suo posto quando i compagni lo cercano e non si nega mai un tackle. Mente superiore.

CALHANOGLU 6 - Altri segnali incoraggianti, partecipa alla manovra e prova ad accenderla senza tuttavia strafare. Guadagna anche applausi in avvio per un bel recupero difensivo su Beto. Tatticamente rispetta le consegne e dialoga con i compagni sulla corsia mancina. Dovrebbe essere più di un semplice ingranaggio. DAL 70' VIDAL 6 - Entra con l'idea di divertirsi in un clima di giubilo e sfiora subito la rete con un bel destro in corsa. Potrebbe essere più concreto in certe situazioni.

PERISIC 6,5 - Sia Molina sia Becao stringono molto e gli tolgono metri per attaccare gli spazi, neutralizzandolo in parte. Quando riesce a liberarsi il croato prova a cercare subito i compagni in area, dove in particolare Dzeko attende fiducioso il pallone giusto. Geniale il velo che apre la strada a Correa, cresce come un diesel nella ripresa. DALL'85' DIMARCO SV.

CORREA 7 - Prestazione deludente, galleggia tra le maglie bianconere e soffre l'assenza di spazi che sono il suo pane. Gli manca anche il guizzo che avrebbe nelle corde e servirebbe, neanche i movimenti offensivi senza palla convincono. Poi, quasi dal nulla, una serpentina delle sue manda in tilt Nuytinck e lascia di stucco Silvestri aprendo la scatola. Scatola in cui poi si infila per chiudere i discorsi. Dal 5 al 7 nel giro di 8 minuti: signori, el Tucu. DAL 70' SANCHEZ 6 - Entra con la solita voglia di mostrare tutto il suo repertorio in 20 minuti e cercare di lasciare il segno. Molte belle iniziative, si tuffa a pesce sugli spazi che si aprono.

DZEKO 6 - Esce dal campo tra gli applausi, quasi sicuramente lui non sarà molto soddisfatto. Al mastodontico lavoro per la squadra, sempre prezioso, non riesce ad abbinare la rete un po' per imprecisione e anche perché Silvestri gliela nega da pochi passi. DAL 79' MARTINEZ SV.

ALL. INZAGHI 6,5 - Un pizzico di turn over in vista di Tiraspol e nonostante un primo tempo difficile riesce a portare a casa l'intera posta. La corsia di sinistra funziona, quando Correa decide di accendersi spacca la partita. Il tecnico resiste alla tentazione di chiamarlo in panchina e viene ripagato. Ottimi segnali in una partita non facile.

 

UDINESE: Silvestri 7, Becão 6, Nuytinck 6, Samir 6,5, Stryger Larsen 6 (dal 70' Udogie 6), Pereyra 5,5, Jajalo 6 (dal 59' Walace 5,5), Makengo 5,5 (dal 70' Arslan 6), Molina 6 (dall'89' Soppy sv), Success 6 (dal 59' Deulofeu 6), Beto 5,5. All. Gotti 6

ARBITRO: SACCHI 6 - Buona personalità, vede bene sul contatto Dumfries-Stryger Larsen e interviene solo quando strettamente necessario. Manca un giallo evidente a Jajalo, unica pecca di una prestazione convincente..

ASSISTENTI: Vivenzi  6 - Rocca 6

VAR: Di Paolo 6

tutte le notizie di