FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

pagelle

Empoli-Inter, le pagelle – D’Ambrosio fa doppietta, Sanchez si riscopre artista

EMPOLI, ITALY - OCTOBER 27: Danilo D'Ambrosio of FC Internazionale celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Empoli FC and FC Internazionale at Stadio Carlo Castellani on October 27, 2021 in Empoli, Italy. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

Dimarco fa valere la legge dell'ex, Lautaro non segna ma confeziona un assist decisivo

Mattia Zangari

HANDANOVIC 6 - Al 13' deve allungarsi sulla sua sinistra per vincere un duello a distanza tutto sloveno con Stojanovic, il cui tiro sarebbe comunque finito fuori. Al resto pensa D'Ambrosio, ancora una volta portiere aggiunto con l'Empoli.

D'AMBROSIO 7,5 - Sono passati due anni e passa da quel maggio 2019, ma il vizio di evitare un gol fatto dell'Empoli non l'ha perso per strada. Un deja-vu per Andreazzoli, che avrà pensato: 'perché se superiamo Handanovic, la palla non entra?'. Si ripete alla mezzora neutralizzando un inserimento di Bajrami, che cade come Alex Sandro domenica ma senza avere il rigore-premio del brasiliano. Basta così? Macché, si fa tutto il campo e la mette dentro, in torsione, di testa, per l'1-0 che indica la via verso la vittoria.

DE VRIJ 6 - Il cartellino giallo rimediato, al 24', per aver fermato il pallone con la mano un passaggio di Cutrone, è il fuoriprogramma di una partita condotta in porto senza eccessivi patemi. (DALL 80' KOLAROV SV). 

BASTONI 6,5 - Dopo pochi secondi, completa una diagonale stretta decisiva, in area, per negare un facile gol dell'ex a Pinamonti. Giocata difensiva preziosa a cui aggiunge la solita pulizia tecnica nella costruzione da dietro.

DARMIAN 6,5 - Si concede qualche licenza tecnica di troppo per i suoi standard in mezzo a una prestazione comunque seria nelle due fasi. In 11 vs 10, quando gli spazi aumentano, spinge di più sulla sua corsia di competenza mettendo anche un buon cross che Gagliardini spedisce sul legno.

BARELLA 6,5 -  I crampi, rari per uno come lui, del derby d'Italia sono un lontano ricordo: fa gli straordinari macinando i soliti chilometri come se fosse la prima partita dopo un turno di riposo. Anche se Ricci lo ammacca con una scivolata censurabile che gli vale il rosso.

BROZOVIC 6,5 - E' il più marcato della squadra, non è una novità, ma questa volta aggiunge alla lista degli avversari che lo seguono ovunque in campo anche un numero 10, nello specifico Bajrami. Non fa una piega: gioca con la solita tranquillità in fase di costruzione, senza mancare di sporcarsi gli scarpini per recuperare palla. A volte eccedendo, come quando si becca un'ammonizione per un falletto su Bandinelli al limite dell'area. (DAL 72' VECINO SV).

GAGLIARDINI 6 - Nella sua prima da titolare quest'anno, il centrocampista bergamasco sembra meno imballato rispetto alla parentesi contro la Juve. Ci mette grinta, dinamismo e qualche inserimento senza palla che un po' confonde la difesa toscana. Non il gol perché prima centra il palo a due passi dal traguardo e poi segna col braccio (giallo). (DALL'84' SENSI SV).

DIMARCO 6,5  - Al 23', lo schema contorto su punizione architettato fa entrare in partita il suo mancino spesso letale: sulla sua strada, però, trova un attento Vicario. Su palla attiva l'ostacolo è Stojanovic, che supera in slancio al 67' appoggiando il piattone oltre la riga di porta per il 2-0 definitivo.

SANCHEZ 6,5 - Al 29' costringe Luperto a spendere un fallo tattico, da giallo, con un'ottima iniziativa palla al piede. Da lì comincia la vera partita del cileno, un artista nel pennellare il cross spettacolare che  D'Ambrosio traduce nel vantaggio. Nella ripresa segna il raddoppio, cancellato dalla bandierina alta dell'assistente. (DAL 72' CORREA SV)

LAUTARO MARTINEZ 6,5 - Si fa vedere per la prima volta al 23' con la volée ad alto coefficiente difficoltà che manda alta sopra la traversa. Non gli riesce il bis dopo il gol all'Atalanta, che rimane l'ultima rete su azione della sua stagione. 'Colpa' anche di Vicario che gli strozza l'urlo in gola con una parata prodigiosa. Non si scoraggia e confeziona un assist perfetto per il comodo tocco del 2-0 di Dimarco. (DALL'84' DZEKO SV).

ALL. FARRIS 6,5 - Buona la prima facendo le veci di Inzaghi, che nello 'sky box' del Castellani fa scorrere la partita senza chiamarlo all'ora di gioco. I primi cambi arrivano a risultato acquisito, col cronometro che segna il minuto 72'. D'altronde, non è mai servito mettere mano alla squadra che si è presa 'da sola', senza aiuti dalla panchina, la vittoria.

EMPOLI: Vicario 7; Stojanovic 6 (dall'82' Fiamozzi sv), Luperto 5,5, Ismajli 5,5, Parisi 5,5; Zurkowski 5,5 (dal 68' Asllani sv), Ricci 5, Bandinelli 6 (dal 68' Henderson sv); Bajrami 6 (dal 57' Haas 6); Pinamonti 5,5, Cutrone 5,5 (dal 68' Mancuso sv). All. Andreazzoli 6.

ARBITRO: CHIFFI 6,5 - Sempre molto vicino all'azione, legge correttamente i duelli di gioco che si consumano nel corso dei 90 e passa minuti. Compresi il contatto veniale D'Ambrosio-Bajrami e l'intervento bruttissimo, da espulsione, di Ricci che fa prendere il volo a Barella.

ASSISTENTI: Valeriani 5,5  - Mastrodonato 6

VAR: Valeri 6

tutte le notizie di