news

Zhang Jindong alle strette: no dei creditori a rinvio del rimborso di obbligazioni

Zhang Jindong alle strette: no dei creditori a rinvio del rimborso di obbligazioni

Il fondatore di Suning vuole guadagnare tempo ma c'è il muro di chi deve ottenere i soldi. Però un compromesso è possibile

Redazione FcInterNews

Il fondatore di Suning.com Zhang Jindong sta cercando di guadagnare più tempo per rimborsare un'obbligazione da 600 milioni di dollari in scadenza la prossima settimana dopo aver perso il controllo della sua compagnia di punta a luglio. Ma secondo il South China Morning Post, Zhang senior starebbe trovando la forte opposizione di alcuni creditori: un gruppo di questi, tra i quali la Bank of Shanghai e la Guangdong Huaxing Bank, ha raccolto almeno il 25% dei titoli per chiedere un rimborso immediato, secondo persone vicine al dossier.

Suning Appliance Group, unico garante del prestito obbligazionario di 600 milioni di dollari, chiede ai creditori di estendere la scadenza del debito per riorganizzare le proprie finanze. L'azienda offre una sorta di interesse aggiuntivo dell'1%, o 10 dollari per ogni 1.000 dollari di importo nominale, per il loro consenso. Zhang è alla ricerca di deroghe a determinati eventi di insolvenza per 18 mesi e di estendere anche la scadenza dell'obbligazione di tre anni, ma per ottenere il consenso serve un voto favorevole del 90% degli obbligazionisti.  I creditori stanno ancora discutendo i piani per incaricare BNY Mellon, il fiduciario delle obbligazioni, di emettere la richiesta nei confronti di Zhang, ha detto una fonte al Post. Se richiesto, le obbligazioni sono pagabili al 101 per cento del suo importo nominale più gli interessi non pagati entro 30 giorni. Un compromesso potrebbe ancora essere elaborato mentre i negoziati continuano questa settimana, ha aggiunto un'altra fonte.

tutte le notizie di