Il vice presidente dell'Uefa Michele Uva torna sulla questione della sospensione delle partite in caso di cori razzisti difendendo quello che è il protocollo internazionale: "Considero le procedure Uefa quelle più evolute ed efficaci, anche se ovviamente ogni Paese europeo ha caratteristiche legislative e problematiche differenti che rendono necessari interventi alle norme per adattamenti specifici. Comunque, la Uefa segue con attenzione quello che accade in Italia".

E infatti, secondo La Repubblica, il presidente europeo Aleksander Ceferin era per la sospensione della partita del 26 dicembre. "L'argomento necessita di grande attenzione e continuo monitoraggio", dice Uva. "Negli ultimi tre anni la Figc ha già introdotto un grande pacchetto di norme e indicazioni chiamato 'Fruibilità stadì ed è importante che Leghe e società le seguano e le applichino'".

Sezione: News / Data: Gio 10 Gennaio 2019 alle 15:36 / articolo letto 999 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A