news

Sirigu: “La bandiera sarda a Wembley con Barella, momento indelebile”

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Salvatore Sirigu and Nicolo Barella of Italy celebrate with The Henri Delaunay Trophy following his team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Il portiere della Nazionale azzurra: "Nainggolan? Nella mia testa pensavo chiudesse al Cagliari, ma nel calcio nulla è certo"

Christian Liotta

Intervistato da La Nuova Sardegna, Salvatore Sirigu torna sui festeggiamenti di Wembley per la vittoria della Nazionale italiana agli Europei. Celebrata con la bandiera sarda sventolata orgogliosamente in campo insieme a Nicolò Barella: "Come è stato? Una cosa bella, indelebile. Tutti sanno quanto ci tengo alla Sardegna, mi sono sempre esposto in prima persona. Considerato il brutto periodo, poter vivere quella emozione sventolando la bandiera sarda, non solo è stato giusto ma impagabile. Se ho avuto la bandiera da qualcuno? Me la sono portata io. Stavo preparando la valigia, l'ho piegata, messa in borsa e ho pensato: con te ci vediamo alla fine. È stato un gesto beneaugurante, dentro di me ero convinto che potessimo fare bene. Sì, è stato un grandissimo exploit".

Sirigu spende una battuta anche su Radja Nainggolan, il cui ritorno a Cagliari è sfumato clamorosamente: "Nella mia testa pensavo potesse chiudere la carriera al Cagliari, ma nel calcio non c’è niente di certo”.

tutte le notizie di