FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Shornikov: “Tifosi moldavi entusiasti per lo Sheriff. Molto meno le autorità”

MILAN, ITALY - OCTOBER 19: Sebastien Thill of FC Sheriff Tiraspol celebrates with team mates after scoring their side's first goal during the UEFA Champions League group D match between FC Internazionale and FC Sheriff at Giuseppe Meazza Stadium on October 19, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L'ex vice-ministro moldavo: "A Tiraspol c'è uno stadio meraviglioso, cosa che non abbiamo a Chisinau"

Christian Liotta

Grazie anche alla favola dello Sheriff Tiraspol in Champions League è venuta alla luce anche la storia della Transnistria, il piccolo stato separatista che ha nel club avversario mercoledì dell'Inter la propria bandiera in Europa, e con essa anche i problemi diplomatici tra la Moldavia e i separatisti, un intreccio sociale, politico e anche economico che genera tensioni costanti. Ma quanto influisce il rendimento della formazione di Jurij Vernydub sui rapporti difficili tra Chisinau e il piccolo stato della Repubblica Moldava di Pridniestrov? A questa domanda risponde Igor Shornikov, direttore dell'Istituto per la ricerca socio-politica e lo sviluppo regionale di Tiraspol ed ex vice-ministro degli Esteri, ai microfoni di Ukraina.ru: "A giudicare dall'umore dei tifosi a Chisinau, non si illudono che lo Sheriff non sia una squadra di Pridnestrov. Ma tifano per loro come se fossero dei moldavi, e hanno preso queste vittorie con grande entusiasmo. Ma da parte delle autorità di Chisinau, questi successi sono stati percepiti senza entusiasmo, anche con insoddisfazione".

Shornikov aggiunge: "Molte persone hanno imparato a conoscere la Repubblica di Pridnestrovie solo grazie alla vittoria sul Real Madrid. Immaginate l'effetto informativo se la pressione sulla Transnistria iniziasse tra un paio di mesi e se ne venisse a conoscenza. Questa vittoria si è rivelata molto utile dal punto di vista politico e grazie ad essa sono comparsi molti simpatizzanti della Transnistria. Sebbene questo club non sia moldavo, partecipa al campionato moldavo. Una volta poteva partecipare al campionato ucraino, tuttavia, per qualche motivo, l'Ucraina ha rifiutato. La gente qui capisce molto bene che questo è esattamente un club della Transnistria. Ma in pochi pensano al fatto che il proprietario sia un oligarca. C'è uno stadio meraviglioso dove non ci si vergogna ad ospitare squadre come il Real Madrid. E questo è buono. Non esiste una cosa del genere a Chisinau".

tutte le notizie di