FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Sconcerti: “Bastoni-Acerbi non fanno ancora una difesa. Barella? Lo gradisco”

TURIN, ITALY - OCTOBER 10:  Alessandro Bastoni of Italy competes for the ball with Michy Batshuayi of Belgium during the UEFA Nations League 2021 Third Place Match between Italy and Belgium at Juventus Stadium on October 10, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Il giornalista analizza sul Corriere della Sera la prestazione dell'Italia contro il Belgio

Mattia Zangari

"Donnarumma vale un grande centravanti, la sua soluzione esistenziale ritornerà con gli assestamenti che avrà tra la sua storia parigina e la coscienza milanista. Ma è inutile far finta che il problema non ci sia". Lo ha scritto Mario Sconcerti, nel suo editoriale scritto per il Corriere della Sera dopo la finalina di Nations League vinta della Nazionale di Mancini sul Belgio. "Il resto dell’Italia è stato nuovo almeno quanto si sperava: Acerbi e Bastoni non fanno ancora una difesa, ma non sono nemmeno un danno - sostiene il giornalista - Personalmente gradisco molto Barella e Pellegrini, nel contesto entrambi sembrano avere più bisogno di un elegante spazza-palloni come Locatelli piuttosto che Jorginho, tattico da grandi squadre conclamate. Non serve un normalizzatore se normalmente hai difficoltà in quella zona. Serve una spinta in più. Locatelli le assomiglia. Come Pellegrini assomiglia a una soluzione di fantasia italiana che stiamo perdendo. La parentesi di Nations League conferma la dimensione europea di Chiesa. Ma anche quella morbida di Berardi, finissima. È vero, non abbiamo centravanti, ma non prendetevela con i pochi centimetri di Raspadori. Un ragazzo basso ma svelto può avere una sola fortuna: giocare con un attaccante grande e grosso. Il resto dipende da lui".

tutte le notizie di