FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Sacchi legge Italia-Svizzera: “Barella, Belotti e Chiesa per sfruttare i cross “

YEREVAN, ARMENIA - SEPTEMBER 05:  Andrea Belotti of Italy celebrates with Nicolò Barella after scoring a goal during the UEFA Euro 2020 qualifier between Armenia and Italy at Republican Stadium after Vazgen Sargsyan on September 5, 2019 in Yerevan, Armenia.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

L'ex ct azzurro: "I centrocampisti dovranno disegnare trame fitte di passaggi per mandare in crisi la retroguardia elvetica"

Mattia Zangari

Intervistato dai colleghi della Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi ha provato a leggere dal punto di vista tattico Italia-Svizzera, spareggio che regalerà la certezza quasi matematica della qualificazione a Qatar 2022 a una delle due squadre: "Gli azzurri hanno ormai interiorizzato il gioco di Mancini, sono intercambiabili: non ci sarà Verratti, ma dovrebbe esserci Locatelli che ha ottime qualità - evidenzia l'ex ct azzurro -. I centrocampisti dovranno disegnare quelle trame fitte di passaggi, sempre rapidi e brevi, per mandare in crisi la retroguardia della Svizzera. In campo mi piacerebbe vedere tanti triangoli che si disegnano, dove i vertici sono i giocatori: è necessario che Insigne, faccio un esempio, quando riceve il passaggio, abbia tre-quattro soluzioni. Passaggio in avanti per costruire, passaggio indietro per ovviare alla pressione dell’avversario, passaggio laterale per cambiare fronte. L’Italia deve muoversi come un blocco unico e, quando ha la possibilità di crossare, deve farlo, ma non con traversoni alti. Non abbiamo Gigi Riva in area, e quindi cross bassi e potenti. E poi tre giocatori a riceverli: uno sul primo palo, magari Belotti se il pallone viene da sinistra, uno sul secondo, e penso a Chiesa, e uno in posizione più arretrata, e qui andrebbe benissimo Barella".

tutte le notizie di