La battaglia per i diritti tv del triennio dal 2021 al 2024 è iniziata con un certo anticipo. Già nei giorni scorsi era trapelata la notiza secondo cui Mediapro sta cercando un accordo con la Lega Serie A per non perdere la caparra da 50 milioni lasciati nelle casse dell'organo dei club al momento delle trattative per i diritti 2018-2021. La conferma arriva oggi da Repubblica, secondo cui Mediapro, "ha consegnato alla Lega una proposta da valutare entro il 24 giugno, che ruota tutta intorno alla costruzione del famoso Canale Serie A: Lega e Mediapro firmano contemporaneamente due documenti. Nel primo Mediapro si impegna a lasciare quei soldi nelle casse della Lega. Nel secondo la Lega si impegna a scegliere Mediapro come “fornitore di servizi tecnici e commerciali” per il canale per i trienni 2021-24 e 2024-27. A fronte di questo impegno gli spagnoli garantirebbero alla Lega 1.050 milioni per il primo anno, per poi dividere i guadagni (75% Lega 25% Mediapro) nei successivi. Come d’abitudine i club si sono immediatamente spaccati. A guidare il fronte del no, la Juventus (insieme a Inter e Milan). Andrea Agnelli non vede il motivo di legarsi le mani sin da ora con un partner che, per giunta, si è dimostrato tanto inaffidabile da costringere la Lega a portarlo in tribunale. Contro Agnelli, capitanati da Claudio Lotito ci sono molti club medio piccoli, ingolositi dall’offerta e preoccupati dalla prospettiva di un mercato televisivo che si va rapidamente riducendo". 

VIDEO - VICTOR MOSES AL FENERBAHCE, STRARIPANTE MIX DI POTENZA E CORSA

Sezione: News / Data: Gio 23 Maggio 2019 alle 20:36
Autore: Mattia Todisco
Vedi letture
Print