FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Politano positivo, Giuffredi: “Peccato salti l’Inter, è inca…to”

Politano positivo, Giuffredi: “Peccato salti l’Inter, è inca…to”

E sulle congetture fatte da una parte di tifoseria azzurra risponde duramente: "Ecco perché non si vince mai a Napoli, si eccede in tutto"

Egle Patané

Il grande assente di domani nella gara di San Siro sarà Matteo Politano, ultimo indisponibile in ordine cronologico per via della positività al Covid-19. L'ex nerazzurro sarà costretto a saltare il grande appuntamento di San Siro, match al quale teneva particolarmente. Come precisa il suo agente MarioGiuffredi a Radio Punto Nuovo, dove apostrofa duramente chi ha mosso varie congetture sulle cause del contagio dell'ex esterno interista. "Come sempre in questa città si esagera e manca equilibrio. Nel resto d'Italia non si fa questo casino assurdo che si sta facendo a Napoli. Tutti scrivono che Politano abbia contratto il Covid a Parigi. Non potrebbe averlo preso a Napoli dopo qualche giorno di incubazione? Il primo tampone era negativo. Oltre al fatto che è doppiamente vaccinato bisogna essere rispettosi dei calciatori. Politano vive quasi chiuso in casa con una moglie ed una figlia avuti da poco. Bisogna criticarli per le prestazioni, non per la vita privata. Questi benedetti ragazzi, avranno diritto ad un minimo di vita privata? Avrà il diritto di due/tre giorni a Parigi? Le certezze di dove si prende il Covid non le può dare nessuno: può averlo preso a Napoli. È andato come altri calciatori in giro per l'Italia o l'Europa. Questi sono ragazzi che hanno diritto alla loro vita. Ecco perché mi convinco che non si vince mai a Napoli, si eccede in tutto e di più" sbotta.

"Matteo sta bene ed è asintomatico - continua Giuffredi - Si deve negativizzare ed è assurdo che non abbia il diritto di fare 3 giorni in giro. Se uno guadagna tanto, deve vivere segregato in casa? Non posso pensare che un giocatore che vive come Politano con comportamenti esemplari, ora debba essere giudicato. C'è poco rispetto per gli uomini: se andassero nei locali di notte, allora voglio anche capire. Il Napoli, ovviamente, non può smentire le cretinate che si sentono. Sacchi ha ragione quando parla di ambiente come punto debole. Siamo un ambiente disfattista. Siamo portati a distruggere. Peccato che salti l'Inter, è incazzato, non vedeva l'ora di giocare contro i nerazzurri, voleva vivere una rivincita personale, si era allenato alla grande. Subito hanno esagerato tutti su Lozano, magari voleva esprimere altri concetti. Parliamo della nostra regione: quanti ds, quanti allenatori ci sono in serie A, quanti imprenditori di altissimo livello. Siamo una minoranza estrema. Perché siamo tutti sempre pronti a distruggere tutto quello che pochi costruiscono".

 

 

tutte le notizie di