FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Paolillo: “Spalletti a San Siro avrà una buona accoglienza. Inzaghi? Un po’ acerbo”

MILAN, ITALY - FEBRUARY 27:  Ernesto Paolillo attends during the Preview Screening of  'Zanetti Story' on February 27, 2015 in Milan, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

L'ex dirigente nerazzurro sull'attuale tecnico dell'Inter: "Deve maturare e non ha la cattiveria che aveva per esempio Conte"

Stefano Bertocchi

Intervenuto sulle frequenze di Radio Marte, Ernesto Paolillo inquadra alla sua maniera la sfida di domenica a San Siro tra Inter e Napoli: "Sono molto preoccupato per domenica, per la forza del Napoli ma anche per come sta l'Inter - esordisce l'ex dirigente nerazzurro -. Al di là delle assenze ci sono alcuni giocatori chiave che mi appaiono stanchi, Barella per esempio, e molti altri nazionali non hanno riposato troppo. Inoltre il Napoli è molto forte, per me è una delle maggiori candidate per il titolo quest'anno. Ha un organico molto competitivo e il miglior attaccante della Serie A, perché uno dalla cattiveria, dalla forza e dalla veemenza di Osimhen non ce l'ha neanche la mia Inter".

Paolillo ha poi parlato anche del ritorno di Luciano Spalletti da ex a San Siro: "Secondo me avrà una buona accoglienza perché ha fatto bene da queste parti. La grande Inter del Triplete con Mourinho ha avuto nel principale avversario proprio la Roma di Spalletti. E con noi Luciano ha fatto molto bene pur non avendo la ricchezza di organico che c'era prima".

Poi un commento anche su Simone Inzaghi: "È un bravo allenatore ma secondo ancora un po' acerbo in certi contesti, deve maturare e non ha la cattiveria che aveva per esempio Conte. Dai calciatori bisogna trarre più del massimo e in questo Mourinho era un maestro".

(Napolimagazine.com)

tutte le notizie di