FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Paolillo: “Non tutti i club sono ricchi come il PSG, nel FFP servono regole fisse”

MILAN, ITALY - FEBRUARY 27:  Ernesto Paolillo attends during the Preview Screening of  'Zanetti Story' on February 27, 2015 in Milan, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

L'ex AD dell'Inter analizza il tema del Fair Play Finanziario partendo dagli ultimi discorsi di Al-Khelaifi

Stefano Bertocchi

"Intanto mi auguro che l'attuale presidente dell'Eca si ricordi di difendere gli interessi di tutti i club perché non tutti sono ricchi come il Psg". Comincia con queste parole l'intervento sulle frequenze di Radio Bianconera di Ernesto Paolillo, ex AD dell'Inter, riguardo gli ultimi discorsi di Nasser Al-Khelaifi: "Lui può andare d'accordo con la Uefa e far pesare il fatto che lo spettacolo offerto dal club transalpino e dalle altre big altri non possono garantirlo. Tornando indietro, il FFP era partito con l'intenzione d'introdurre il salary cup, ma fu bloccato dall'UE perché limitava la libertà dei lavoratori. Dovendo mettere un altro parametro, quello più logico sembrava fosse legato ai ricavi: più guadagni, più puoi spendere. Ci sono state però elusioni in alcuni paesi attraverso un meccanismo legato alle sponsorizzazioni".

Ci spiega come fa il Psg a stare dentro il FFP?

"E' chiaro. I ricavi sono molto alti, a questi va aggiunta la sponsorizzazione del brand Qatar difficile da valutare, quindi o si mettono regole fisse per quantificare questi introiti o si può dire tutto e il contrario di tutto. Questo discorso vale anche per il Manchester City”.

tutte le notizie di