FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Napoli, Spalletti: “L’Inter ha perso delle pedine che ha sostituito molto bene”

NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 10: SSC Napoli manager Luciano Spalletti speaks at a press conference on September 10, 2021 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Il tecnico toscano: "Il nostro riferimento è la storia del Napoli, vogliamo fare un grande campionato"

Mattia Zangari

Luciano Spalletti non fa proclami ma non si nasconde quando gli viene prospettata l'idea di un Napoli campione d'Italia a maggio. "Il nostro riferimento è la storia del Napoli, vogliamo fare grandi campionati come successo in passato, ed è successo che il Napoli lo abbia vinto il campionato - le sue parole a a Sky Sport dopo il 4-0 rifilato dagli azzurri all'Udinese -. Poi è chiaro che le squadre che sono insieme a noi sono forti (Inter e Milan ndr). Nell'andare a prendere il livello top della classifica, ci metterei anche la Fiorentina che ha iniziato benissimo".

Il tecnico di Certaldo ha poi aggiunto ai microfoni di DAZN: “Napoli da Scudetto? Come sei cattivo, come spingi subito sull'acceleratore… Il discorso è di vedere che livello di calcio e quante volte saremo bravi a riproporlo. Il livello di qualità di calcio, il livello di consapevolezza di squadra. Il campionato poi è lungo, ci sono tante insidie. Ma è chiaro che la squadra ha molte qualità tecniche. Ci manca qualcosa, ma abbiamo anche una rosa competitiva: si possono fare sostituzioni e mantenere intatto il valore di squadra. Poi bisogna vedere quante partite riusciremo a fare a questo livello, per quanto tempo. Ci sono tante squadre attrezzatissime: il Milan propone sempre questo calcio dall'anno scorso, l'Inter ha perso delle pedine, ma le ha sostituite molto bene e si vede. Ha grande forza soprattutto in mezzo al campo. Qual è la nostra forza? Ci sentiamo assediati da quest'amore per questi colori e questa squadra. Se riesci a coinvolgere i tifosi poi ci si alimenta e diventa forza per i calciatori. Poi abbiamo la qualità dei calciatori. Osimhen che va bene in campo aperto, gli esterni che fanno gli uno contro uno con qualità. La squadra è forte, ma la strada è lunga e ci sono delle squadre fortissime. Noi siamo forti, ma ci sono delle squadre fortissime".

tutte le notizie di