news

Muamba a Eriksen: “Quando vorrà, parleremo di cosa gli è successo”

BARNET, ENGLAND - JUNE 23: Fabrice Muamba, manager of World Refugee Internally Displaced Persons (IDP) XI looks on during the charity football match between Arsenal Legends XI and World Refugee Internally Displaced Persons (IDP) XI at Underhill Stadium on June 23, 2013 in Barnet, United Kingdom. (Photo by Alex Broadway/Getty Images)

L'ex calciatore condivide con il danese la stessa drammatica esperienza

Fabio Costantino

Fabrice Muamba, ex centrocampista del Bolton, ha subito un arresto cardiaco in un quarto di finale di FA Cup a Tottenham nel 2012. Dopo essere crollato in campo, i medici hanno impiegato 76 minuti per ripristinare un battito cardiaco regolare. Come milioni di persone nel mondo, anche lui stava guardando la partita Danimarca-Finlandia Euro 2020 quando Christian Eriksen è collassato in campo. Parlando con Cheshire Live, Fabrice ha detto di aver contattato Eriksen per fargli sapere che sarà felice di parlare con lui della loro esperienza condivisa quando arriverà il momento giusto. "Con Christian condividiamo lo stesso sport. Gli ho detto, se avesse mai avuto bisogno di qualcuno con cui parlarne, di sentirsi libero di farmelo sapere. Condividerò la mia esperienza con lui. Sono state due settimane pesanti per lui. Voglio dargli spazio. Quando sarà il momento, sono sicuro che saremo in grado di sederci e conversare. Ti preoccupi per l'individuo. Se c'è qualcosa di buono che può succedere durante questo Europeo, è che Christian Eriksen stia bene. Questa è la cosa più importante per me, indipendentemente da chi vince gli Europei. La cosa più importante è come ha risposto bene e il recupero che ha fatto finora è stato notevole. Penso che la cosa più importante che possiamo trarre da questo episodio è la rapidità con cui lo staff medico è arrivato a lui, quanto è stato bello che il suo capitano (Simon Kjaer, ndr) sia riuscito a fare la Cpr prima che tutti fossero coinvolti. Ci sono così tante buone lezioni da trarre. Inoltre, è importante avere l'attrezzatura giusta, come si è visto dalla mia esperienza, e andando avanti ora speri che i bambini possano essere in grado di imparare a fare la Rcp, rendendolo obbligatorio. Se possiamo avere estintori in ogni edificio, penso che dovremmo avere un defibrillatore in ogni singolo edificio. I bambini a scuola, dalla scuola primaria alla scuola secondaria, dovrebbero imparare a fare la Rcp e se trovassero un loro amico in circostanze difficili, sarebbero in grado di salvarlo".

Fabrice ha parlato dell'importanza di sottoporsi a regolari controlli cardiaci durante la sua visita a Venturi Cardiology, la prima clinica cardiologica indipendente del nord-ovest, che ha aperto recentemente a Warrington: "Penso che abbiamo capito nelle ultime due settimane, con l'incidente che è successo sul campo, l'importanza di avere un controllo regolare che può anche permettere la scoperta di un problema, un problema di fondo. In questo modo, il personale medico può curarti il ​​più rapidamente possibile".

tutte le notizie di