FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Mirabelli: “Con lo Sheriff l’Inter non è caduta nell’errore di Real e Shakhtar”

CAGLIARI, ITALY - JANUARY 21:  Massimiliano Mirabelli, chief sport officer of Milan  during the serie A match between Cagliari Calcio and AC Milan at Stadio Sant'Elia on January 21, 2018 in Cagliari, Italy.  (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

"Dzeko diverso da Lukaku. È uno degli attaccanti più importanti in Italia. Scudetto? Si dovrà fare i conti col Milan"

Egle Patané

"Da quando ha preso il Milan, ha dato una grande identità alla squadra, ha fatto risultati importanti e credo potrà togliersi soddisfazioni anche in campionato. Inter e Napoli dovranno fare i conti col Diavolo". Così l'ex dirigente di Milan e Inter - tra le altre - MassimilianoMirabelli, intervenuto a TMW Radio, ha commentato l'attuale momento delle milanesi.

Come ha visto l'Inter in Champions?

"Lo Sheriff faceva paura per i risultati ottenuti, l'Inter lo ha affrontato in maniera importante per non cadere nell'errore fatto dalle squadre che lo hanno affrontato in precedenza. Non è mai facile in Europa, spero che le italiane vadano più avanti possibile. L'Inter può essere un competitor importante nel campionato italiano, mentre la vedo dura a livello europeo. Dobbiamo accontentarci di quello che possiamo fare".

Dzeko non sta facendo rimpiangere Lukaku

"Sono due giocatori d'età differente, e dal modo di giocare differente. L'Inter è stata brava a trovare l'occasione di prendere un giocatore come Dzeko che è uno degli attaccanti più importanti in Italia".

A gennaio sarebbe più prioritario trovare un'alternativa a Sanchez o fare un nuovo tentativo per Nandez del Cagliari?

"La rosa dell'Inter è abbastanza completa. Non vedo necessità di prendere né uno né l'altro. Non è facile giocare nell'Inter in questo momento perché ha un undici di base importante. Inzaghi si sta misurando molto bene con una nuova realtà che ha obiettivi diversi rispetto alla Lazio".

tutte le notizie di