L’ultrà napoletano Fabio Manduca chiede tramite il suo avvocato Eugenio Briatico il ricorso in appello. L’uomo nel 2018 era stato condannato a quattro anni di carcere per aver investito e ucciso con il suo suv il tifoso del Varese Daniele Belardinelli, prima della gara tra Inter e Napoli. Il tutto a pochi passi da San Siro durante gli scontri accesi tra tifosi. La difesa di Manduca sostiene che manchi la prova che lui lo abbia investito e che ci siano dei punti non chiari sulla vicenda. Poi sottolineano che non sono state riconosciute nella condanna le attenuanti generiche e chiedono con determinazione la revoca degli arresti domiciliari. I pm di Milano Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri avevano chiesto che Manduca fosse condannato a sedici anni di carcere, mentre il gup De Marchi gli ha dato solo quattro anni. Per il giudice l’ultrà voleva abbandonare al più presto la brutta situazione di guerriglia che si era creata e si è messo alla guida violando le regole della strada, investendo il tifoso. Quindi si esclude che avesse la volontà di uccidere. Ora la procura sta valutando se ricorrere o meno in appello.

Elena Malaspina

VIDEO - L'INTER PARTE PER FIRENZE: QUALE FORMAZIONE PER DOMANI?

Sezione: News / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 20:38
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print