FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

L’avv. DuPont: “Super League, le questioni riguardano la posizione della UEFA”

{"origin":"gallery","uid":"CAA5F140-5B28-46A4-B781-040E4AF69347_1618791696273","source":"other"}

Parla l'avvocato della società A22 che sostiene i club dissidenti: "Il giudice di Madrid allarmato dalle minacce di Ceferin"

Christian Liotta

Gli avvocati che agiscono per conto di A22, la società con sede a Madrid che si trova alle spalle della Super League, affermano di aspettarsi di sconfiggere la Uefa di fronte alla Corte di Giustizia europea, sfidando quella che sostengono sia la posizione monopolistica dell’ente calcistico. Secondo quanto riferito da Off The Pitch, la loro causa si poggia su solide basi; prova ne sia il fatto che il giudice del Tribunale commerciale di Madrid, prima dell’udienza della Corte di Giustizia europea, ha prodotto un’ingiunzione per fermare le misure UEFA contro i club della Superlega.

Spiega l'avvocato Jean-Louis DuPont: "Sembrava essere allarmato dalle minacce pubbliche fatte da Aleksander Ceferin e da altri dirigenti UEFA. Emettere un’ingiunzione così rapidamente normalmente significa che il giudice ritiene che il merito della causa sia buono e che la probabilità di un danno irreparabile a breve termine sia alta. I giudici sono normalmente piuttosto attenti con le ingiunzioni, specialmente in casi di alto profilo come questo, poiché non vogliono commettere errori. Le questioni sollevate alla Corte di Giustizia europea dalla Corte spagnola non riguardano la Super League, ma piuttosto la posizione monopolistica della UEFA. È possibile per la UEFA, un’associazione svizzera privata, operare come unico regolatore per il 100% delle competizioni internazionali? È legale ai sensi del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea? È molto probabile che le risposte a tutte le domande siano sì o no, non ci sarà un forse", ha proseguito.

 

(Fonte: Calcioefinanza.it)

tutte le notizie di