news

Gualzetti (Caritas Ambrosiana): “Volontariato e sport possono formare campioni”

Gualzetti (Caritas Ambrosiana): “Volontariato e sport possono formare campioni”

Ieri, i giovani interisti Francesco Pio Esposito e Dennis Curatolo hanno partecipato all'iniziativa del CSI Milano servendo la cena agli ospiti del Refettorio Ambrosiano della Caritas

Mattia Zangari

Ieri, Francesco Pio Esposito e Dennis Curatolo, calciatori del Settore Giovanile dell'Inter, hanno partecipato all'iniziativa del CSI Milano servendo la cena agli ospiti del Refettorio Ambrosiano della Caritas assieme ai giovani di Milan, Monza, Olimpia Milano, Diavoli Powervolley e Rugby Parabiago. L'iniziativa - si legge su Inter.it - è stata la prima tappa di un percorso formativo studiato dal Centro Sportivo Italiano Comitato di Milano insieme ai responsabili dei settori giovanili di vertice e coinvolgerà le società professionistiche del territorio.

"Un settore giovanile per essere vincente non deve solo preparare i campioni di domani, un settore giovanile deve avere come priorità quella di formare ogni ragazzo e ogni ragazza a diventare un bravo e onesto cittadino di domani e a crescere nella vita - ha spiegato Massimo Achini, Presidente CSI Milano -. Vogliamo ringraziare i responsabili dei settori giovanili di questi club: sono persone meravigliose che credono davvero nelle valenze educative dello sport. Organizzare un’iniziativa come questa non è semplice".

"Dedicarsi agli altri è un’esperienza che allarga la mente e il cuore a chiunque la sperimenti. È quindi particolarmente opportuno che venga offerta questa possibilità a giovani che, tra l’altro, sono inseriti in ambienti particolarmente competitivi. Insieme allo sport che insegna la dedizione e lo spirito di sacrificio per raggiungere i risultati, il volontariato ha un grande valore educativo. Volontariato e sport insieme possono formare campioni sui campi di gioco e nella vita", ha osservato Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana.

tutte le notizie di