Quattro sì incassati da altrettanti giocatori, zero accordi economici con i rispettivi club comunque disposti a cedere a certe condizioni. Questo lo stato dell'arte del mercato estivo dell'Inter al 19 giugno, con Marotta e Ausilio che hanno individuato in Lazaro, Barella, Dzeko e Lukaku i giocatori giusti per rinforzare la rosa a disposizione di Conte e che ora devono risolvere i problemi di prezzo. Proprio a questo proposito, la Gazzetta dello Sport ha provato a fare i conti in tasca a Suning, calcolando quanto potrebbe spendere per portare a casa tutti gli obiettivi. Se si sommano le richieste dei venditori, si arriva a 177 milioni: 25 per Lazaro, 50 per Barella, 22 per Dzeko, 80 per Lukaku (il dato meno certo, perché una vera e propria trattativa ancora non è partita); dall'altro lato, conteggiando le offerte massime (bonus compresi) a cui è arrivata la Beneamata siamo a 133 milioni: 20 per Lazaro, 40 per Barella, 13 per Dzeko e 60 per Lukaku. Quest'ultima cifra è quella con più distinguo da inserire, perché non si tratta di un'offerta, ma di una disponibilità di massima, subordinata a uscite (non solo e non necessariamente di Icardi). Ballano una quarantina abbondante di milioni, e a queste spese vanno aggiunte quelle per i riscatti di Politano, Radu e Salcedo (solo restando ai cartellini, senza contare gli ingaggi). Ci sono due mesi e mezzo per far quadrare i conti.

Sezione: News / Data: Mer 19 Giugno 2019 alle 18:21
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print