Intervistato da Calciomercato.comAlessandro Costacurta ha analizzato la situazione riguardante l'attaccante interista Mauro Icardi: "L'affaire Icardi ha creato caos, ma va in una direzione precisa. L'Inter conta più di tutto. C'è l'Inter, non può esserci Icardi. Se è successo qualcosa che prima o poi verrà fuori, se hanno preso quella decisione è per tutelare l'Inter. Il gruppo è più importante, il gruppo esclude chi fa casino. È stata una telenovela con i fuochi d'artificio perché Icardi non è da solo, ha scelto un procuratore preciso e inevitabilmente ne paga le conseguenze".

Sulla possibilità di vedere Conte all'Inter: "Conte lo vedo bene ovunque. Sono molto contento che torni in Italia. Adesso c'è Ancelotti, tornerà Conte, magari Sarri. Sono personaggi importanti per alzare il livello del calcio italiano".

Sull'eventuale demolizione del Meazza: "San Siro è stata casa mia, ma oggettivamente non è al passo con i tempi. Ha troppi problemi per essere un top stadio. Si formano, per esempio, le code perché ci sono pochi tornelli, per prendere un ascensore devi aspettare dieci minuti. A Barcellona o a Liverpool, per esempio, non è così. E' tutto più rapido, in un attimo passi dagli spogliatoi all'hospitality o alle lounge. San Siro evidentemente non può rispettare tutti i parametri per avere uno stadio funzionale e moderno".

VIDEO - ESPOSITO STREPITOSO: CHE PUNIZIONE ALLA FRANCIA

Sezione: News / Data: Ven 17 Maggio 2019 alle 20:19
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print