FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Champions League, quattro rigori e pari a Siviglia, clamoroso tonfo United

BERN, SWITZERLAND - SEPTEMBER 14:  Cristiano Ronaldo of Manchester United appeals for a penalty after clashing with Mohamed Ali Camara of Young Boys in the area during the UEFA Champions League group F match between BSC Young Boys and Manchester United at Stadion Wankdorf on September 14, 2021 in Bern, Switzerland. (Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Primi risultati e prime emozioni della competizione

Niccolò Anfosso

Le prime due gare di Champions League regalano giostre di emozioni. In Spagna, a Siviglia, nel primo tempo succede davvero di tutto: il Salisburgo s'affaccia subito in avanti ma al 13' Adeyemi sbaglia il rigore del vantaggio incrociando troppo la mira col mancino; trascorrono appena 8' che arriva il secondo penalty: questa volta se ne incarica Sucic che non sbaglia. Le follie difensive degli spagnoli concedono sul piatto il terzo tiro dal dischetto ma Sucic colpisce il palo. Sul finire del primo tempo è la truppa casalinga a conquistarsi il quarto rigore (record assoluto in una gara di Champions): la responsabilità se la prende Rakitic che non fallisce l'appuntamento spiazzando Kohn. La ripresa si mette subito in salita per Papu Gomez e compagni quando un'ingenuità di En Nesiry lascia i suoi in inferiorità numerica. Gli austriaci incrementano la verticalità della manovra trovando conclusioni pericolose respinte con efficacia da Bono, arriva così un pari accontenta gli spagnoli, mentre per gli ospiti profuma davvero d'occasione gettata alle ortiche. Il risultato clamoroso, però, è quello maturato a Berna: lo Young Boys batte 2-1 il Manchester United al termine di una partita coraggiosa che s'era però messa sul binario prediletto dai Red Devils. Ci aveva pensato subito Cristiano Ronaldo a scartare l'assist al bacio di Bruno Fernandes, ma l'ingenuità di Wan - Bissaka (rosso diretto per intervento a gamba tesa) permette agli svizzeri di prendere coraggio: Moumi Ngamaleu pareggia i conti al 21' della ripresa, la voglia di vincere assalta le due squadre che operano manovre ragionate facendo circolare il pallone con transizioni pulite e provando a distendersi in ampiezza per tagliare le linee, senza riuscire però ad infilzare con efficacia. Sul viale del tramonto arriva il clamoroso sorpasso firmato da Siebatcheu dopo un sanguinoso retropassaggio di Lingaard. Rimane a bocca amarissima Solskjaer in una serata davvero deludente in cui lo United ha calciato in porta solamente due volte: il minimo assoluto dalla stagione 2003/2004. 

tutte le notizie di