(ANSA) - BERLINO, 01 LUG - Giornate di fuoco allo Schalke 04, scosso dalle dimissioni del presidente, Clemens Tönnies, e in piena crisi tecnica dopo una stagione in Bundesliga tra le più fallimentari degli ultimi anni. Tönnies, l'imprenditore miliardario che è proprietario del mattatoio tedesco finito nel mirino delle critiche dopo l'esplosione dell'enorme focolaio di Covid-19 fra i suoi dipendenti nel Nordreno-Vestfalia (regione dove si dovranno giocare le fasi finali dell'Europa League, ndr) è stato indotto a lasciare la carica che occupava da quasi 20 anni dopo le contestazioni sempre più forti da parte dei tifosi.

Al suo posto è subentrato intanto il vicepresidente. Jens Buchta, in attesa che un cda che sarà convocato entro il mese riassegni le cariche. Oggi dovrebbero essere prese decisioni importanti sul piano sportivo, con un summit dedicato ad analizzare l'andamento della stagione e a valutare la posizione del tecnico, David Wagner. Dopo un avvio di campionato brillante, lo Schalke nel girone di ritorno ha giocato 16 partite senza mai vincere, scivolando lontanissimo dalle posizioni di testa (ANSA).

VIDEO - L'ARRIVO DI HAKIMI AL CONI SCATENA I TIFOSI

Sezione: News / Data: Gio 02 luglio 2020 alle 03:30 / Fonte: ANSA
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print