FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Bernabè, il falconiere laziale che ha inneggiato al Duce: “Non lo rinnego”

Bernabè, il falconiere laziale che ha inneggiato al Duce: “Non lo rinnego”

Il falconiere laziale che ha inneggiato a Mussolini rincara la dose ma spiega: "Stimo Mussolini, ma non sapevo fosse vietato"

Egle Patané

Saluto romano e omaggio al Duce sotto la Tribuna Tevere dell'Olimpico durante Lazio-Inter quello messo in scena da JuanBernabè, falconiere spagnolo della Lazio, sentito dal Messaggero, dove ha spiegato: "Non so perché si sia scatenato tutto questo caos. Non c'entra nulla con la Lazio e per questo sono dispiaciuto. Per me è un saluto militare. Io sono nato dentro l'esercito. Ho una cultura di destra, sono del partito Vox come tanti amici calciatori e ne vado orgoglioso. In Spagna il gesto fascista si fa con il braccio piegato sul cuore a livello del petto. In Italia a quanto pare è anche così, non lo sapevo. È vero, ho inneggiato il Duce e non lo rinnego perché io stimo Mussolini, ha fatto tante grandi cose per l'Italia così come Franco in Spagna. Sono un estimatore di entrambi e ne vado fiero. Sono un uomo che ha rapporti con tutte le razze, che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo. A me non è ancora arrivato nessun comunicato di sospensione dalla Lazio, ma lo sto aspettando. È nell'aria, lo so già a livello informale ed è giusto. Sono responsabile di ciò che ho fatto. È stato un impulso legato all'euforia del post partita dopo un grande successo. Non sapevo fosse vietato quel modo di esultare nel vostro paese, altrimenti non l'avrei fatto. Non volevo mettere in difficoltà la Lazio. Ma sono qui, sono uomo e come tale pronto a pagarne le conseguenze subito".

tutte le notizie di