FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Altobelli: “Dybala è un top player, nel caso dell’Inter sarebbe perfetto”

Altobelli: “Dybala è un top player, nel caso dell’Inter sarebbe perfetto”

"Immagino un attacco tutto argentino come prima opzione, con Lautaro davanti e Dybala subito dietro, sarebbe una coppia fantastica" aggiunge Spillo

Stefano Bertocchi

"Uno come Dybala si prende a prescindere, serva o meno. Nel caso dell’Inter, comunque, sarebbe perfetto, anche se adesso i nerazzurri sono a posto. Dybala però è uno che fa la differenza. non si discute. E’ un giocatore top in Europa ed è giusto che piaccia a ogni squadra che aspira a grandi traguardi". Durante la chiacchierata con La Gazzetta dello Sport, l'ex attaccante Alessandro Altobelli commenta così le voci sul presunto interesse dell'Inter per la Joya, ancora lontano dal rinnovo con la Juventus.

Come potrebbe inserirsi nell'Inter?

"Adesso l’Inter è quasi perfetta, difficile dirlo, anche perché tutto funziona a meraviglia negli schemi di Inzaghi. Nel suo 3-5-2 Dybala farebbe la seconda punta, poco importa se con Dzeko o Lautaro. Voglio dire, il titolare resta il Toro senza dubbi. In prospettiva immagino un attacco tutto argentino come prima opzione, con Lautaro davanti e Dybala subito dietro, sarebbe una coppia fantastica. Ma Dybala potrebbe tranquillamente giocare anche con Dzeko".

Cosa guadagnerebbe l’Inter e cosa perderebbe la Juve?

"Facile. L’Inter guadagnerebbe un top player, la Juve perderebbe un giocatore in grado di fare la differenza, uno difficile da marcare e contenere. E’ uno degli ultimi numeri 10, di quelli che saltano l’uomo e segnano".

A lei capitò di cambiare l’Inter per la Juve. Come pensa la prenderebbero i tifosi delle due squadre?

"Ormai credo che i tifosi non badino più a queste cose. Credo guardino semplicemente al tipo di giocatore, alle caratteristiche. In generale, i tifosi della Juve sarebbero dispiaciuti di perdere un giocatore forte e quelli nerazzurri contenti per l’arrivo di un campione. Certe rivalità oggi non sono più sentite come una volta. L’esempio è Ibra: dategli una qualsiasi maglia e qualunque tifoso lo osannerà a prescindere da quale squadra arrivi, semplicemente perché è uno che fa la differenza. Non credo più alle bandiere, non esistono da tanto".

tutte le notizie di