FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

l avversario

Shakhtar, De Zerbi non pensa all’Inter: “Prima il campionato e la Supercoppa”

Shakhtar, De Zerbi non pensa all’Inter: “Prima il campionato e la Supercoppa”

L'analisi del tecnico degli ucraini dopo il ko con lo Sheriff

Mattia Zangari

Esordio da dimenticare in Champions League per lo Shakhtar di Roberto De Zerbi, sconfitto 2-0 dal sorprendente Sheriff Tiraspol. "Bisogna dire la verità, io cerco sempre di farlo. Oggi ci è girato tutto storto, ed è andato tutto a favore loro - il commento del tecnico bresciano ai canali ufficiali del club ucraino -. Ma non basta, noi non siamo una grande squadra oggi, potremmo diventarlo. C'è da costruire, ci sono tanti giovani molto forti, oggi (ieri ndr) noi soffriamo questo tipo di partite fisiche. Dobbiamo crescere".

Oggi possesso palla del 70% ma poche occasioni create

"Ci manca la cattiveria, la convinzione di andare a chiudere l'azione. Il dover sentire la responsabilità di determinare le partite, quella responsabilità che bisogna assumersi in campo. Non è facile averla subito, siamo giovani".

Cosa voleva cambiare all'intervallo?

"Abbiamo fatto una discreta partita, non c'era da cambiare".

Le condizioni del campo.

"Basta vedere il primo gol che abbiamo subito, siamo scivolati in due su un cross normale, però chi ha segnato ha messo convinzione. I due gol presi spiegano perfettamente la gara".

Ora ci sono Inter e Real, ha intenzione di cambiare qualcosa?

"Adesso non c'è l'Inter, ora c'è il Mariupol, visto che non mi sembra che abbiamo vinto il campionato l'anno scorso. Abbiamo preso 11 punti dalla Dinamo Kiev, dobbiamo pensare a vincere la prossima. Penseremo poi alla Supercoppa, ancora al campionato,  poi ci sarà la Champions League. Una cosa alla volta, pensando che non è lo Shakhtar degli anni migliori, quello glorioso: se sosteniamo il contrario, diciamo bugie".

 

 

tutte le notizie di