l avversario

Milan, Pioli: “Vogliamo vincere il derby. Inter forte, Brozovic da tenere d’occhio”

MILAN, ITALY - OCTOBER 16: Stefano Pioli, Head Coach of AC Milan looks on prior to the Serie A match between AC Milan and Hellas Verona FC at Stadio Giuseppe Meazza on October 16, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il tecnico rossonero: "Abbiamo il nostro piano e cercheremo di metterlo in campo con continuità ed efficacia"

Daniele Alfieri

"Il derby è sempre il derby, è una partita storica. L'importante è esserci e poi l'importante sarebbe vincerlo". Stefano Pioli carica il suo Milan alla vigilia della stracittadina di San Siro contro l'Inter. "Se ci sono le condizioni per fare una partita importante? Assolutamente sì - risponde l'allenatore nella conferenza stampa di Milanello -. La squadra sta bene, è in condizioni ottimali sia fisiche che mentali. È pronta per questo derby". Come è pronto anche Ibrahimovic. "Zlatan è un fenomeno e lo continua a dimostrare in tutto quello che fa. Sta bene, ha trovato una buona condizione. Arriva da un'ottima prestazione contro la Roma, è motivato come tutti i suoi compagni".

L'Inter per Pioli "è la favorita perché ha vinto abbastanza nettamente il campionato scorso e sa cosa ci vuole per continuare a vincere. Noi stiamo bene, il campionato è lungo, ma è chiaro che l'Inter è una squadra molto forte e compatta. I punti deboli dei nerazzurri? Proveremo a scoprirli domani". Il Milan non vince da 5 anni il derby in casa: vincendo ci sarebbe una fuga? "Prepariamo ogni partita per poterla vincere, pensate come abbiamo preparato questa. L'intenzione è assolutamente quella di vincere. Siamo solo ad inizio campionato, non può essere decisiva per il risultato finale. È una partita importantissima per il nostro ambiente e per il nostro popolo, ma finisce lì. Non possiamo guardare troppo avanti. Partire da favoriti può essere un peso? Io credo che in queste partite non ci siano favoriti, la classifica non conta più. Nel derby si parte dallo 0-0, avremo uno stadio che ci spingerà e dovremo cercare di giocare con continuità, attenzione e determinazione. Abbiamo le nostre qualità e ce le vogliamo giocare da inizio a fine partita".

Cosa è cambiato dall'ultima sconfitta per 3-0 contro l'Inter? "Siamo cambiati noi, sono cambiati loro, hanno cambiato allenatore e hanno cambiato giocatori, prendendone altre importanti. Sono partite difficili da prevedere e da accomunare. Abbiamo il nostro piano e cercheremo di metterlo in campo con grande continuità ed efficacia". I nerazzurri "hanno qualità tecniche, fisiche e tattiche, giocatori che possono trovare sempre la giocata. Anche noi abbiamo il nostro modo di stare in campo, sulla carta mi aspetto una partita tra le due squadre con i due attacchi che stanno meglio. Difendere molto bene darà la possibilità di risolvere la partita".

Chi toglierebbe Pioli all'Inter? "Non tolgo nessuno, punto sui miei assolutamente. Abbiamo le qualità per fare una partita seria e cercare di vincere". Anche se Brozovic "è un giocatore molto importante e dinamico per loro, molto bravo a verticalizzare. È da tenere in considerazione se vogliamo sporcare le loro giocate. Noi dobbiamo cercare di essere una squadra che non aspetta, che prova ad essere aggressiva. Rebic è recuperato, ha fatto gli ultimi due allenamenti con noi. Florenzi anche ha recuperato, Ballo-Touré anche. Messias lo vedremo dopo la sosta"

tutte le notizie di