"Domani mi aspetto uno scontro molto difficile contro una delle migliori squadre d'Italia e d'Europa. Sappiamo che il risultato del primo incontro in Bulgaria non è positivo, ma penso che segnando un gol la partita diventerebbe molto interessante". Ai microfoni del sito ufficiale del club, Pavel Vrba, tecnico del Ludogorets, prova ad anticipare i temi della sfida contro l'Inter, valida per il ritorno dei sedicesimi di Europa League.

Si riparte dal 2-0 per i nerazzurri maturato all'andata: "Sarà una gara diversa rispetto a quella di Razgrad - sottolinea Vrba -. Prima di tutto perché giocheremo senza pubblico; secondo perché l'Inter ha un vantaggio. Non so quanto conterà che non hanno giocato domenica". 

Vrba, poi, parla così del gruppo che è partito alla volta di Milano: "Due giocatori non sono arrivati in Italia con noi: Anicet (squalificato, ndr) e Jorginho, tutti gli altri sono a disposizione. Poi vedremo l'ultimo allenamento".

Il discorso, inevitabilmente, si sposta sull'allarme coronavirus che non ha lasciato indifferenti i bulgari: "Non sono un medico né specialista in questo settore, quindi non posso esprimere un parere in generale. Ma guardando la situazione a Milano, dico che gli italiani non prendono questo problema così seriamente come in Bulgaria". 

Sezione: L'avversario / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 18:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print