FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

l avversario

Lazio, Sarri a DAZN: “Inter forte, ma non siamo mai andati in sofferenza”

Lazio, Sarri a DAZN: “Inter forte, ma non siamo mai andati in sofferenza”

Le dichiarazioni dell'allenatore laziale dopo la partita contro i campioni d'Italia

Alessandro Cavasinni

Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, commenta a DAZN il ko di San Siro contro l'Inter. Le sue parole.

Che prestazione è stata da parte dei suoi?

"Una buona partita. Un primo tempo un po' più attendista, un po' più timoroso, poi un ottimo secondo tempo restando in partita fino alla fine contro una squadra forte".

Come mai questa differenza? L'ha soddisfatta il coraggio?

"Tutto il secondo tempo è stata una partita giocata come avevamo detto, a viso aperto, senza timori. Nel primo tempo, probabilmente, merito anche agli avversari che ci hanno costretto a difendere bassi. Ma non c'è stata mai la sensazione di essere in enorme sofferenza".

Squadra più compatta rispetto al recente passato?

"La sensazione di solidità è stata buona, speriamo di continuare così".

Cosa ti porti dietro da stasera?

"Noi dobbiamo essere più compatti, perché poi davanti abbiamo comunque qualità. La partita con l'Empoli ci aveva fatto tornare tanti dubbi, stasera invece prova importante contro una squadra forte".

Basic aiuta in tal senso?

"Abbiamo provato a intervenire sull'equilibrio, ma è sempre un tentativo: non è detto che basti cambiare un interprete, ho qualche dubbio. Mi piacerebbe far giocare tutti insieme i giocatori di qualità, ma abbiamo preso troppi gol e qualche tentativo lo devo fare".

Si aspetta qualche rinforzo a gennaio?

"Sinceramente non lo so. Siamo bloccati dall'indice di liquidità, che ancora non sono riuscito a capire bene che ca**o sia...".

In che settore le servirebbe qualcosa?

"Per quello che ho in mente io, ci va qualcosa in più, anche a livello numerico. Siamo tanti, ma qualcuno non è assolutamente adatto a giocare così. Un mercato non ci basta, sarebbe importante iniziare a intervenire perché poi fare tutto in una sola sessione sarebbe complicato".

tutte le notizie di