FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

l avversario

Empoli, Andreazzoli: “Inter, non partiamo battuti. Pinamonti vorrà mettersi in evidenza”

Empoli, Andreazzoli: “Inter, non partiamo battuti. Pinamonti vorrà mettersi in evidenza”

Il tecnico degli azzurri: "Rivalsa dopo quanto accaduto nel 2019? No, mi piacerebbe vincere: non sarebbe male"

Mattia Zangari

L'Empoli arriva alla gara contro l'Inter dopo 'un turno di crescita'. Così Aurelio Andreazzoli, tecnico degli azzurri, ha definito la vittoria corsara conquistata a Salerno sabato scorso. Per poi spostare il discorso alla sfida di domani, decisamente più insidiosa: "Siamo coscienti di giocare contro i campioni d'Italia, ho raccolto qualche statistica su di loro: sono il migliore attacco del campionato, media gol altissima, prima per gol su azione e terza per gol su palle inattive - dice -. Poi se legge i nomi della panchina ti rendi conto di cosa stiamo parlando. Chiaro che noi non è che partiamo battuti, dobbiamo meritarci la possibilità di fare risultato. Conosciamo le difficoltà, i nostri pregi e difetti, può essere che i primi non basteranno. Io mi auguro che la squadra esprima il meglio, poi il risultato è l'unica cosa che mi preoccuperà. Ho sempre perso con il loro allenatore, quindi non si può che migliorare".

Farà turnover domani?

"Non amo anticipare le mie scelte, non per nasconderci, ma perché non le ho ancora dette ai ragazzi. Domenica scorsa ne abbiamo cambiati 5, sono tanti, è successo anche a Cagliari. Noi ci siamo resi conti che ogni ragazzo può sostituire l'altro senza grandi oscillazione: è più un vantaggio che un limite. Il gruppo risponde bene alle sollecitazioni".

L'approccio sarà fondamentale.

"Subire un avversario per scelte non è piacevole per nessuno, cercheremo di sviluppare ciò che sappiamo fare. Il campo dirà chi sarà capace di farlo".

Pinamonti è in forma, avrà un motivo in più domani contro la sua ex?

"Bisognerebbe chiederlo a lui, è una domanda privata. A vedere le ultime gare non ha bisogno di stimoli particolari per comportarsi bene in campo. Giocare contro i tuoi ex compagni è una soddisfazione, vorrà - come successo nelle due precedenti domeniche - vorrà mettersi in evidenza".

Rivalsa nei confronti dell'Inter dopo la notte del 2019 che costò la B?

"No, nessun tipo di rivalsa. E' una situazione cancellata, mi dà un po' di dolore quando la rivedo: ovvio che non puoi dimenticarla. Ma rivalsa no, non mi hanno danneggiato volontariamente: mi piacerebbe vincere, non sarebbe male".

Come sta Di Francesco?

"Non vogliamo affrettare, non sarà a disposizione domani ma dalla prossima".

Come stai vedendo Bajrami?

"Facciamo così: domani gioca, almeno facciamo più in fretta. Ora lo saprà da voi perché ancora non lo sa".

L'Inter arriva arrabbiata dopo le polemiche post-Juve: sarebbe stato meglio dopo un 2-0? 

"Questi sono sempre arrabbiati, la testa è sempre rivolta alla vittoria. Quando li affronti, sono sempre al massimo delle loro possibilità, non ti regalano niente".

Lei vede l'Inter come favorita allo scudetto?

"Il campionato è cominciato da 9 gare, c'è tempo per recuperare". 

tutte le notizie di