FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

l avversario

De Zerbi a Sky: “Inter più forte dell’anno scorso anche senza Hakimi e Lukaku”

De Zerbi a Sky: “Inter più forte dell’anno scorso anche senza Hakimi e Lukaku”

"I nerazzurri più forti e consapevoli" anche senza i due grandi ormai ex. Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico dello Shakhtar

Egle Patané

Dopo i primi pensieri in vista dell'Eurogara di domani contro lo Shakhtar espressi da Inzaghi e De Vrij in conferenza stampa, l'allenatore della squadra di casa, Roberto De Zerbi, arrivato ai microfoni di Sky Sport, ha risposto ampiamente sul match di domani, partendo prima dal suo percorso iniziato da poco in Ucraina. "Era quello che cercavo e quello che volevo. Sta andando bene, mi trovo bene e mi sto divertendo. La squadra è forte anche se siamo ancora in costruzione. L'ho già detto, e non per mettere le mani avanti ma perché abbiamo tanti giovani che devono adeguarsi ad un'idea di gioco diversa, ma credo siamo sulla strada giusta".

Che partita dobbiamo aspettarci domani?

"Il problema è che alcune volte ti obbliga l'avversario a difenderti così basso. L'idea di partenza non è quella, sapete cosa penso, però l'Inter è forte e lo è soprattutto nella testa, più dell'anno scorso. Vincere lo scudetto credo sia stato determinante per tanti giocatori, almeno per quello che hanno fatto finora".

È più forte dell'anno scorso?

"Credo di sì, nella convinzione e nella consapevolezza.

Anche se hanno perso Lukaku e Hakimi?

"Lukaku e Hakimi sono grandissimi, li hanno però rimpiazzati. In generale dico che mi sembra un'Inter pi consapevole".

Qualche indicazione di campo?

"La formazione non te la do. Però ti dico che gioca Pyatov che ha fatto benissimo ed è una garanzia. Lo faccio partire dal 1’ perché se l’è guadagnato e anche se ad una certa età non deve guadagnarsi più niente ha dimostrato di avere entusiasmo da ragazzino anche su idee diverse. Poi quando rientrerà Trubin per noi è un valore aggiunto".

Sulla gara con il Monaco:

"Lasciami dire una cosa sulla gara con il Monaco. È stata una delle prime dove una mia squadra meritava di perdere. Non meritavamo di vincere, anzi... Ma ogni volta che meritavo io si diceva il contrario, ma per una volta che mi è andata meglio di ciò che il campo diceva ho letto che si è creata un po’ di polemica e non è stata apprezzata. Il Monaco è una squadra superiore alla nostra".

Sulla gara con lo Sheriff:

"Quella con lo Sheriff invece è stata una partita strana, potevamo fare qualcosa in più ma ci è andato tutto storto. Ci sono squadre che quando giocano sulle seconde palle fanno in difficoltà, così come è stato al Sassuolo. Fa parte del percorso di una squadra giovane".

tutte le notizie di