FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

Turchia, è un altro Calhanoglu con Kuntz: l’interista nella top 11 del girone G

Turchia, è un altro Calhanoglu con Kuntz: l’interista nella top 11 del girone G

La metamorfosi del centrocampista si vede nelle statistiche: "Ringrazio il mio allenatore perché mi fa giocare nella posizione che voglio, quello in cui mi trovo bene anche all'Inter"

Mattia Zangari

Dopo essersi distinto con un assist decisivo nel 2-1 imposto al Montenegro che ha regalato alla Turchia un posto ai playoff per Qatar 2022, Hakan Calhanoglu è stato inserito nella top 11 di Whoscored.com del girone G di qualificazione UEFA monopolizzata da giocatori dell'Olanda (De Ligt, Van Dijk, Klaasen, Berghuis e Depay). Un riconoscimento che è la logica conseguenza dei numeri fatti registrare da Calha soprattutto dopo il cambio della guardia in panchina tra Şenol Güneş e Stefan Kuntz, che proprio ieri lo ha definito MVP del match di Podgorica: "Sei stato il migliore della partita, non ascoltare le voci esterne, sei uno dei migliori giocatori di questa squadra".

Parole che l'ex Milan ha accolto con grande soddisfazione, puntualizzando che la sua metamorfosi in campo è legata a un fatto squisitamente tattico: "Ringrazio il mio allenatore perché mi fa giocare nella posizione che voglio, quello in cui mi trovo bene anche all'Inter. È una posizione tra il 6 e l'8".

E, in effetti, fa notare il portale turco Hurriyet, sotto la gestione del tedesco, Hakan è tornato a essere il leader tecnico della squadra e la sua efficienza è notevolmente aumentata, come si evince da alcuni dati statistici: nel 6-0 tennistico a Gibilterra, il classe 1994 di Mannheim ha effettuato 101 passaggi con una percentuale di precisione del 90,1%, mentre in Montenegro 111 con l'88,3%. Per capire la differenza, basta pensare che in 86 minuti giocati contro l'Olanda lo scorso 7 settembre, Calhanoglu ha passato il pallone solo 38 volte, fermandosi all'81,6% di accuratezza.

Nulla che possa essere classificato come un'inversione di tendenza definitiva nelle performance del numero 10 della Nazionale turca, visto il campione scarso di dati a disposizione, ma per il poco che si è visto non è sbagliato parlare di un 'nuovo Calhanoglu'.

tutte le notizie di