L'Inter esce dalla Coppa Italia dopo la lotteria dei rigori contro la Lazio e vede sfumare un obiettivo stagionale. Questo il primo commento di Luciano Spalletti, allenatore dei nerazzurri, ai microfoni di Rai Sport:

Sulla prestazione:
"Dopo un inizio impacciato la partita è entrata nel vivo e noi siamo stati dentro. Ci siamo fatti prendere dalla frenesia di attaccare, una cosa che con la Lazio non funziona".

Poi si torna sull'episodio del contatto in area su Skriniar, con polemica con Bruno Giordano: 
"Cosa vuol dire che il pallone non è partito? Se uno dà un cazzotto in faccia non è rigore? C'era anche una spinta sul giocatore in attesa... Comunque non sono in grado di valutare queste situazioni, forse un poco di più nel commentare la partita".

Cos'è mancato all'Inter?
"Coi cinque difensori se ti muovi sempre da un lato non fai mai loro male, col palleggio e con la qualità riesci a trovare il vuoto. E' andata così, abbiamo avuto anche noi le nostre occasioni; mi è sembrata una partita in equilibrio totale. Se si poteva fare qualcosa in più non lo so".

A che punto sono Nainggolan e Perisic?
"Sono entrambi da recuperare, visto che il belga ha avuto una serie di infortuni. Va fatto giocare, va dato minutaggio. Per Perisic, una volta chiuso il mercato vanno riordinati ruoli e obblighi che un professionista ha. Già da ieri era tutta un'altra storia. Non so se si sia fatto bene o male a dire che voleva andare via, ma il giocatore ha avuto una proposta importante e lui ha detto che era disponibile. Quando ha capito che non era così è tornato indietro, ma l'atto è stato fatto: l'averlo detto ha creato tensione intorno, ora comincia a riallinearsi poi quando sarà dentro con la testa comincerà a giocare".

Ha fatto un richiamo sulla preparazione?
"A questo livello conta la testa, non la preparazione. A questo livello, quando si gioca per grandi risultati, è tutto un impatto emotivo. Poi è chiaro se un calciatore è stato fermo due mesi è un altro discorso. Bisogna vedere il comportamento settimanale di un atleta, ma i richiami si facevano una volta". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 1 Febbraio 2019 alle 00:11
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print