E' il Fenomeno Ronaldo il protagonista della nuova puntata del format di Sky Sport 'I Signori del Calcio'. La stella brasiliana non può non parlare in maniera ampia dei suoi anni di militanza all'Inter: "L’Inter è nel mio cuore e lo sarà per sempre. Sono stati cinque anni bellissimi della mia vita, in una città che ho imparato ad amare, con la gente che mi ha voluto sempre molto bene. Ho un amore per Milano e per l’Inter che credo rimarrà per sempre. L’amore che ho sentito e ricevuto in Italia non l’ho sentito da nessun’altra parte. Senza dubbio. Ora da presidente devo dire che Massimo Moratti è una forte ispirazione per me. Un’ispirazione perché mi ha insegnato tantissimo, dai valori importanti ai rapporti con i calciatori, compreso con me. Sicuramente il valore umano. Il rapporto umano che lui ha sempre avuto con tutti quanti. È una persona meravigliosa che ti guarda negli occhi e ti tratta sempre in maniera gentile. Non rifarei alcune cose. Legato all’Inter ad esempio non rimetterei il Presidente Moratti spalle al muro per decidere il mio futuro. Perché nel momento in cui gli ho chiesto di mandare via Hector Cuper altrimenti me ne sarei andato via io, Moratti ha deciso di tenere Cuper. Perciò non lo rifarei, cercherei piuttosto di far prevalere la mia idea in un’altra maniera in quella situazione". Qualche anno dopo, però, si consumò il suo passaggio sull'altra sponda del Naviglio: "Al Milan sono stato molto bene. Ho imparato molto ed ho conosciuto una società incredibile. I tifosi milanisti mi hanno accettato e trattato molto bene. Perciò non c’è una squadra in cui mi sono pentito di andare".

 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 8 Febbraio 2019 alle 19:00 / Fonte: Calciomercato.com
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print