Quasi una finale. L'Inter vola a Londra per affrontare il Tottenham in uno degli stadi più importanti del globo, ossia Wembley. Peccato per le condizioni del terreno non perfette, ma per il resto ci sono tutti gli ingredienti per assistere a una grande serata di calcio. In palio un posto negli ottavi di Champions League. I nerazzurri hanno battuto gli inglesi all'andata (2-1) e hanno 3 punti in più: basterebbe un pari per la qualificazione, ma gli Spurs hanno appena tramortito il Chelsea di Sarri e, attualmente, sono una delle squadre più in forma d'Europa. Presto per fare calcoli su scontri diretti, differenza reti e calendario (Inter-Psv e Barça-Tottenham nell'ultimo turno): spazio ai 90 minuti, da giocare al massimo per non avere alcun rimpianto.

QUI TOTTENHAM – Mauricio Pochettino ha preannunciato cambi rispetto al match vinto 3-1 contro il Chelsea. Forzato quello in difesa, visto che Foyth, titolare contro la squadra di Sarri, non fa parte della lista Uefa: al suo posto si rivedrà Vertonghen, che per ovvie ragioni non potrà essere al top della condizione. Ma il tecnico degli Spurs non ha altre alternative, se non quelle che portano all'arretramento di Dier o all'impiego del giovane Walker-Peters. Recuperato anche Rose, in gruppo però solo da ieri, e allora Davies sarà ancora il titolare sulla corsia mancina. L'altro avvicendamento, interpretando le parole di Pochettino, potrebbe riguardare l'attacco, con Lucas Moura o Lamela al posto di Son. Per il resto, possibile rivedere Eriksen più arretrato e Alli a ridosso della linea d'attacco che ha in Kane la stella più lucente. Restano indisponibili Trippier, Sanchez, Wanyama, Dembelé e Janssen (anche lui non in lista). 

QUI INTER – Luciano Spalletti non potrà contare su Vrsaljko, quindi a destra ci sarà ancora D'Ambrosio. Skriniar e De Vrij dovrebbero essere confermati al centro, con Asamoah a sinistra. Miranda continua a sperare in una maglia, magari al posto dell'olandese. Rispetto al match di campionato col Frosinone, il tecnico nerazzurro ripropone dall'avvio sia Vecino che Brozovic a metà campo, Perisic a sinistra e Icardi al centro dell'attacco. Politano, vista la condizione psicofisica straripante mostrata sia in nerazzurro che in nazionale, sarà ancora il titolare della fascia destra. Con Nainggolan dal 1', probabile la riproposizione del 4-2-3-1, anche se ormai si è capito come spesso l'atteggiamento tattico si adegui anche al modo di stare in campo dell'avversario. Dalbert (peraltro infortunato), Gagliardini e Joao Mario, com'è noto, non fanno parte della lista Uefa. Attenzione ai cartellini: Skriniar, Brozovic e Perisic sono diffidati e, in caso di ammonizione, sarebbero costretti a saltare il Psv.

 

PROBABILI FORMAZIONI:

TOTTENHAM (4-3-1-2): Lloris; Aurier, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Sissoko, Dier, Eriksen; Alli; Lucas Moura, Kane.
Panchina: Gazzaniga, Walker-Peters, Rose, Winks, Lamela, Son, Llorente.
Allenatore: Pochettino.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Trippier, Sanchez, Wanyama, Dembelé.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.
Panchina: Padelli, Miranda, Ranocchia, Borja Valero, Candreva, Keita Baldé, Martinez.
Allenatore: Spalletti.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Vrsaljko.

ARBITRO: Çakir.
Assistenti: Duran e Ongun.
Addizionali: Göçek e Simsek.
Quarto uomo: Eyisoy. 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - PEDRINHO, IL CORINTHIANS HA TROVATO UN CRAQUE

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 28 Novembre 2018 alle 08:15 / articolo letto 13904 volte
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni