Quarto turno di Coppa Italia e c'è Inter-Trapani. Chi vince, affronterà al Friuli, in gara secca, l'Udinese negli ottavi. Walter Mazzarri non intende sottovalutare l'avversario e così il turnover non sarà esagerato. Anche perché c'è da rispondere subito alla prova titubante offerta con la Samp proprio alla 'prima' di Erick Thohir al Meazza.

LA TATTICA – Il tecnico nerazzurro non muterà certamente lo schieramento tattico e cambierà più per dare minuti a chi ha giocato meno che per risparmiare i titolarissimi. Solito 3-5-1-1, quindi, con tanti elementi in rampa di lancio. Dura capire chi starà fuori, ma possiamo immaginare una panchina iniziale per coloro che finora hanno tirato la carretta come Cambiasso, Alvarez o Palacio. Sarà verosimilmente l'occasione per vedere dal 1' Mudingayi, Wallace, Andreolli, Carrizo e, soprattutto, Belfodil e Kovacic.

GLI AVVERSARI – Il Trapani di Roberto Boscaglia arriva all'appuntamento galvanizzato dopo il successo sulla Virtus Lanciano in campionato. Solido 4-4-2 per i siciliani, uno schema ormai consolidato che difficilmente verrà cambiato anche stasera al Meazza contro i nerazzurri. Da segnalare l'ottimo portiere Nordi e le geometrie di Ciaramitaro, già transitato per la Serie A con le maglie di Parma e Palermo.

I PERICOLI – La stella è sicuramente Mancosu, autore fin qui di 10 gol in Serie B, secondo solo a Tavano dell'Empoli. L'attaccante sardo è il vero uomo in più di Boscaglia, che accanto a lui alterna Djuric e Gambino. I difensori di Mazzarri dovranno fare attenzione in particolare alla velocità delle combinazioni, spesso letali nel torneo cadetto, che sovente vedono protagonista Iunco, esterno offensivo ex Hellas Verona.

DOVE COLPIRE – Non impermeabile il reparto arretrato: in B, finora, 19 le reti incassate dai ragazzi di Boscaglia. Un comparto coraggioso, che però latita in rapidità specie in mezzo, dove Pagliarulo, Martinelli e Terlizzi talvolta non hanno la velocità necessaria nelle chiusure. I terzini spingono parecchio, anche se stasera sarà probabile vederli più 'bassi' rispetto al solito. In generale, l'Inter avrà chiaramente grandi chance di perforare la non perfetta difesa avversaria.

OCCHI PUNTATI SU... – Kovacic. Nelle ultime ore si è creato un caso praticamente dal nulla, con l'agente del croato che ha prontamente smentito ogni illazione sul suo futuro proprio ai nostri microfoni (leggi qui). Stasera l'ex Dinamo Zagabria avrà la grossa chance di dimostrare tutto il suo valore, in un match che soltanto apparentemente offre meno responsabilità. Mazzarri va convinto sul campo e al Meazza, contro il Trapani, Kovacic ha l'occasione che aspettava.

PROBABILI FORMAZIONI:

© foto di FcInterNews.it
Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 4 Dicembre 2013 alle 13:00
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture