Pablo Daniel Osvaldo, ex attaccante interista ed oggi frontman dei Barrio Viejo, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di GianlucaDiMarzio.com parlando della sua nuova vita da rockstar: "Sono sempre stato impulsivo e sensibile. Nel calcio non c’è spazio per la sensibilità. Ero stanco di essere un numero. Adesso vedi come sono felice? Mi tremano più le gambe ora di quando giocavo. Quando canti la gente è più vicina, senti tutto quello che dicono".

Spazio anche al ricordo del suo rapporto con Roberto Mancini, ai tempi dell'Inter: "Ci ho litigato come si litiga normalmente sul lavoro, ma quello scontro è stato ingigantito dalla stampa. Del resto è sempre così: vende di più una polemica che un bel rapporto".

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 7 Gennaio 2019 alle 20:56
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print