FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

GdS – Mercato, Champions, sponsor e fan: tutti i vantaggi della seconda stella

MILAN, ITALY - MAY 23:  Players and staff of FC Internazionale celebrate withthe trophy for the victory of nineteenth "scudetto" at the end of the last Serie A match between FC Internazionale Milano and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on May 23, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

Suning non molla il progetto Inter, anzi: seppur rimodulato, l'impegno del gruppo Zhang prosegue con orgoglio

Alessandro Cavasinni

Dopo la rincorsa e il sorpasso che ha rimesso l'Inter in testa alla Serie A, è tornato di moda il tema della seconda stella nerazzurra. La convinzione in casa dei campioni d'Italia è di nuovo ai massimi livelli e centrare il bis domestico significherebbe molto da ogni punto di vista. La Gazzetta dello Sport sottolinea tutti gli aspetti che troverebbero giovamento dal 20° scudetto.

MERCATO - Non è bastato vincere il tricolore per trattenere a Milano big come Lukaku e Hakimi, ma continuare ad alzare trofei potrebbe essere il primo passo per una crescita ancora superiore, magari in grado di arginare lo strapotere degli altri campionati. E sul mercato l'Inter non resta certo a guardare: nel mirino ci sono soprattutto giovani italiani come Scamacca, Raspadori e Frattesi del Sassuolo. Obiettivi ritenuti strategici in vista del futuro.

CHAMPIONS E SOLDI - Al di là del campo, vincere lo scudetto porta anche tanti soldi: ai diritti-tv agli introiti Champions passando per la Supercoppa. Si prevede che per il triennio 21-24 a chi vince il tricolore andranno non meno di 23 milioni, mentre la UEFA - in questo triennio Champions - riserva al campione d'Italia 8 milioni di market-pool, 15,6 di partecipazione e altri per il ranking storico. "Avendo appena centrato gli ottavi, l’Inter non scenderà di certo dal 19esimo posto del ranking che quest’anno è valso già 16 milioni - spiega la rosea -. E occhio pure ai vantaggi da sorteggio: essere in prima fascia aumenta le possibilità di passare il girone".

LA PROPRIETÀ - Il progetto Suning, nonostante le tantissime difficoltà, prosegue. A inizio stagione si parlava di quarto posto, adesso lo scenario è mutato e il bis è possibile. Zhang guarda con orgoglio all'Inter, cresciuta in maniera esponenziale fino allo stop causa Covid. "Dal 2016, infatti, l’Inter ha decisamente un’altra taglia: il fatturato, al netto delle plusvalenze, è cresciuto dai 207 milioni del 2015-16 (ultima stagione con Thohir al comando) ai 377 del 2018-19, poi il covid ha lasciato cenere qua attorno. Eppure, tra risultati in campo e stadi che tornano a riempirsi, la corsa può ripartire", sottolinea la Gazzetta.

SPONSOR E FAN - Il brand si è valorizzato e ha attratto nuovi sponsor come Socios e Zytara, che hanno garantito denaro fresco per le casse del club. "Dare forma a un mini-ciclo e rinnovare le ambizioni europee aiuterebbe ad attrarre ancora nuovi contratti: in fondo, l’appeal Inter sembra tornato sui livelli di una volta", conferma la rosea. Di conseguenza, si allarga la fan base sia a livello nazionale che internazionale: interrotta la tirannia domestica della Juve, si nota un forte cambiamento. L'ultima indagine demoscopica di StageUp e Ipsos ha mostrato che qualcosa si sta muovendo: una Juve non più spietata, pur restando al primo posto con 8,2 milioni di tifosi, ha perso il 7% rispetto al 2019-20 . Al contrario impenna l’Inter, seconda con oltre 4 milioni: ben +11% nell’anno tricolore.

tutte le notizie di